Imu sui terreni agricoli montani? «Tassa ingiusta, colpisce chi è debole»

Imu sui terreni agricoli montani?
«Tassa ingiusta, colpisce chi è debole»

«L’ Imu sui terreni agricoli dei comuni montani «è una tassa iniqua, ingiustificata ed inapplicabile perché mancano i necessari riferimenti catastali».Così il senatore della Lega Nord, Nunziante Consiglio, secondo il quale l’Imu sui terreni agricoli «è uno schiaffo da parte del governo al prezioso patrimonio montano e alle amministrazioni comunali di questi centri già costrette a fronteggiare difficoltà e disagi più gravi rispetto al resto dei comuni italiani.

«L’ennesima dimostrazione di un esecutivo nazionale che si muove alla cieca e dello sbandamento nel quale si trovano gli stessi sindaci dei comuni montani del Pd costretti ad interpretare ruoli di governo e, molto spesso ormai, come in questo caso, di opposizione agli evidenti errori del Premier e dei suoi ministri» continua il leghista.

Il senatore bergamasco e vicepresidente della commissione Industria del Senato ha paragonato questo strumento scelto dal governo «un tir sballato, senza autista, senza patente e senza occhiali come nel caso di questa normativa». Colpendo la montagna, ha concluso Consiglio, «si colpisce, di fatto e al cuore la stessa tutela di tutto ciò che sta a valle, da Nord a Sud della Penisola, in primis in termini di dissesto idrogeologico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA