Incidenti, 384 morti nei mesi estivi Sono diminuiti rispetto allo scorso anno

Incidenti, 384 morti nei mesi estivi
Sono diminuiti rispetto allo scorso anno

Sono stati 355 gli incidenti mortali rilevati da Polizia e Carabinieri tra luglio e agosto: 384 persone sono rimaste uccise; 16 morti e 646 feriti in meno dello scorso anno quando nei due mesi erano stati 400 i morti e 11.157 i feriti.

Gran parte degli incidenti fatali è avvenuto sulla viabilità ordinaria, 314 con 337 morti. Mentre il dato complessivo in diminuzione rispecchia la riduzione del numero di vittime in autostrada, dove hanno perso la vita 47 persone, rispetto alle 64 dello scorso anno. Sono le cifre di Viabilità Italia, il centro di coordinamento di forze dell’ordine, Protezione Civile, concessionarie stradali e Ferrovie. Non tengono conto però degli incidenti rilevati dalle polizie locali, quindi il numero dei morti è sicuramente più alto.

Nei due mesi delle vacanze, che hanno visto i volumi di traffico aumentati di circa l’1,5% rispetto allo scorso anno, sono state oltre 437mila le contravvenzioni, 12mila patenti ritirate, 69.788 soccorsi effettuati e 692.307 pattuglie di Polizia e Carabinieri impiegate. L’anno nero degli incendi, che hanno avuto un forte impatto anche sulla viabilità, ha fatto registrare anche 2.091 richieste di soccorsi aerei, rispetto agli 838 dell’anno scorso. Operazioni che hanno visto impegnati 40 Canadair, gli elicotteri dei Vigili del Fuoco e i velivoli delle Forze armate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA