Martedì 30 Settembre 2003

Infortunio, operaio di 36 anni rischia di perdere una mano

Rischia di perdere la mano l’operaio 36enne di Cologno al Serio che nel primo pomeriggio di oggi è rimasto vittima di un infortunio sul lavoro al «Nuovo istituto italiano di Arti Grafiche» di Bergamo.

Erano all’incirca le 13.30 quando la mano dell’uomo è stata trascinata in un macchinario mentre lavorava alle rotative, negli stabilimenti di via Zanica. Immediato l’allarme e l’intervento del personale della ditta per prestare i primo soccorsi: il 118 di Bergamo ha subito organizzato il trasferimento del ferito al centro specializzato in chirurgia della mano di Legnano, dove l’operaio è stato sottoposto a un delicato intervento per cercare di porre rimedio a quella che i medici definiscono subamputazione, cioè un’amputazione non totale.

La prognosi è di tre mesi. Il macchinario incriminato è stato fermato e recintato: domani i tecnici dell’Asl effettueranno un ulteriore sopralluogo per le indagini.

(30/9/2003)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags