Mercoledì 17 Settembre 2008

Infortunio sul lavoro ad Azzano
Al 67enne amputata la gamba

Non sono riusciti a riattaccare la gamba al 67enne che è rimasto coinvolto in un incidente ad Azzano. La sua gamba mercoledì 17 settembre è finita accidentalmente dentro una macchina trinciatrice che stava tagliando il mais in un campo agricolo di via Portico.G. C., coltivatore diretto, residente nella stessa via, è stato trasportato d’urgenza a bordo di un elicottero del 118 all’istituto Multimedica di Sesto San Giovanni, centro medico scientifico specializzato, tra l’altro, in interventi di ricucitura di arti. I medici si sono riservati la prognosi e in serata l’uomo è stato portato in sala operatoria dove è stato sottoposto ad un lungo e delicato intervento chirurgico nel tentativo di riattaccare l’arto tranciato dal macchinario. L’esito dell’operazione verrà reso noto nella giornata di oggi.L’infortunio è accaduto attorno alle 9,30. Secondo la ricostruzione l’uomo, padre del titolare di una vicina azienda agricola proprietaria del terreno, si trovava nel campo per seguire le operazioni di trinciatura del mais, compiute da un grosso macchinario agricolo, chiamato trinciatrice, e guidato da un contoterzista dell’azienda. Si tratta di una macchina fornita di una dentatura, che contemporaneamente taglia, raccoglie e sminuzza il grano. Parallelamente ad essa procede anche un trattore sul quale il prodotto triturato viene caricato e destinato alla produzione di mangimi. La dinamica esatta dell’incidente è ancora in corso di accertamento, ma sembra che il 67enne si trovasse nei pressi della trinciatrice mentre il mezzo faceva manovra quando improvvisamente, la gamba destra è rimasta impigliata nella dentatura mobile del mezzo finendo risucchiata. Forse è stato un attimo di distrazione che l’ha portato ad avvicinarsi troppo alla macchina o forse è inciampato mentre camminava nel campo. Fatto sta che la dentatura del mezzo gli ha risucchiato tutta la gamba destra, che è rimasta incastrata, amputandogliela venti centimetri sotto il ginocchio.Subito il conducente del mezzo ha dato l’allarme e sul posto è giunto il 118 con un’ambulanza e un elicottero, i vigili del fuoco di Bergamo e i carabinieri di Stezzano che hanno compiuto i rilievi.I vigili del fuoco hanno dovuto lavorare molto per liberare l’uomo rimasto incastrato nella dentatura, mentre la parte di arto amputata è stata raccolta in mezzo al campo. Durante le operazioni l’uomo è sempre rimasto cosciente e, una volta liberato dal mezzo, è stato subito caricato sull’elicottero e trasportato d’urgenza all’istituto Multimedica di Sesto San Giovanni dove in serata è stato operato: i medici non sono però riusciti a riattaccare l’arto.(18/09/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata