Lunedì 06 Ottobre 2008

La Bergamo romana cresce
In Città Alta trovato il basamento di un loggiato

Continua ad affiorare la Bergamo romana. Mentre proseguono gli scavi sotto il Palazzo del Podestà, in Città Alta, viene alla luce un nuovo importante reperto: si tratta di un basamento in maiolica che, secondo i responsabili della Sovrintendenza del Comune di Bergamo, potrebbe essere parte di un loggiato che conduceva alle botteghe, altra scoperta fatta nei mesi scorsi durante questi scavi.VIDEOscavi romanici.wmvLo scorso maggio, infatti, sotto l’ala dei Giuristi del palazzo del Podestà era stato scoperto un resto di muro di epoca romana lungo 18 metri, interrotto da una soglia molto ampia: gli archeologi avevano capito subito che quel basamento doveva essere parte di qualcosa di importante, di una grande struttura di epoca romana, collocata proprio in quello che ancora oggi è il cuore di Bergamo e probabilmente una parte di quello che doveva essere un mercato. «Il ritrovamento di questo basamento granitico - ha dichiarato Francesco Macario, assessore all’Edilizia del Comune di Bergamo ed esperto di stratigrafia - ha un grande importanza per Bergamo e la sua storia. Dimostra infatti che il foro di Bergamo in epoca romana era di una certa ampiezza: un foro grande come quello, di riconosciuta importanza, della Brescia romana».Mentre il basamento ritrovato, che si trova quattro metri sotto terra, dopo i rilievi sarà protetto con teli speciali, i lavori di scavo proseguiranno, nel tentativo di trovare il basamento gemello del loggiato.                                       (06/10/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata