Mercoledì 26 Settembre 2012

La «smart home»
è a Villa Astori

Il frigorifero che avvisa dello yogurt in scadenza o mentre siamo al supermercato un'icona ricorda che il prodotto che stiamo per prendere è presente o meno in frigorifero ma soprattutto la lavatrice che manda una mail o un sms per informarci che ha finito il suo “sporco” lavoro.

La smart home del futuro è realtà in provincia di Bergamo dove il tutto esaurito è stato registrato all'open day organizzato all'eco-Borgo di Villa Astori a Torre de' Roveri, il più grande progetto italiano a emissioni zero. Più di 300 persone hanno visitato le 52 unità abitative che compongono questo prestigioso complesso, affacciate ad una residenza patrizia settecentesca.

Alla presenza dei partner dell'iniziativa, Ediproject srl e Rizzetti Immobiliare, insieme alla squadra dei tecnici della geotermia e della domotica, le due giornate sono state scandite da passeggiate all'interno dello splendido parco secolare che circonda il Borgo e visite alle varie soluzioni abitative e commerciali a disposizione. Ville, quadrilocali, trilocali, bilocali, uffici e spazi commerciali, tutti realizzati in Classe A, grazie al massimo rispetto dei requisiti di eco-compatibilità.

Grande interesse ha destato il sistema geotermico presente in tutti gli edifici, a cui è affidato il compito di riscaldare e raffreddare gli ambienti, sfruttando l'energia termica immagazzinata nel sottosuolo e trasportata in superficie grazie a sonde inserite nel terreno, a 100 metri di profondità. Un sistema rispettoso dell'ambiente e molto più efficiente degli impianti tradizionali a combustibili fossili, utilizzato da tempo negli Stati Uniti, in Canada e nel Nord Europa ma ancora poco diffuso in Italia, nonostante si tratti di una tecnologia sicura, ecosostenibile e con costi di gestione molto contenuti.

È grazie a questo sistema geotermico, che sfrutta energia pulita, gratuita ed inesauribile, che il Borgo di Villa Astori è considerato il più grande progetto residenziale ad emissioni zero attualmente presente in Italia. Sguardi meravigliati hanno invece accompagnato le dimostrazioni di quello che è possibile fare grazie agli impianti domotici installati nelle abitazioni. Integrando tutti i sistemi audio/video, l'illuminazione, l'anti-intrusione, la climatizzazione e la gestione degli elettrodomestici, gli abitanti di queste case del futuro potranno controllare ogni dispositivo che abbia a che fare con l'elettronica attraverso un pannello touch screen oppure da remoto, attraverso tutti i dispositivi mobile di casa Apple, dall'i pad, all'i phone fino all'i pod.

“L'illuminazione, l'intrattenimento, la sicurezza, l'apertura di porte, il riscaldamento e condizionamento e in generale qualsiasi aspetto della vita quotidiana diventa con la domotica improvvisamente più facile e più sicuro da gestire – ha commentato Maurizio Panseri di Ediproject -. Scopo della domotica è infatti quello di aumentare il confort, migliorare la sicurezza, ottimizzare costi e consumi e semplificare l'uso del proprio ambiente esaltandone l'aspetto estetico, architettonico e d'arredamento, creando raffinate emozioni in contesti elegantemente funzionali“.

Meraviglie della tecnologia che vanno a braccetto con il rispetto per l'ambiente, da cui il Borgo di Villa Astori non solo ricava energia ma anche tutti i materiali isolanti e da costruzioni con cui sono stati sviluppati gli edifici. Si chiama bioedilizia ed un'altra caratteristica del nuovo complesso di Torre de' Roveri, dove tutti i componenti, dai pavimenti in pietra, agli stucchi antibatterici, sono anallergici, non inquinanti e perfettamente riciclabili.

“Il Borgo di Villa Astori è stato costruito per rispondere a tutte le esigenze di confort e sicurezza dell'uomo moderno, ma nel pieno rispetto dell'ambiente e in armonia con la natura – ha commentato Enrico Rizzetti -. In questi due giorni abbiamo visto i presenti apprezzare questo straordinario binomio tra tecnologia e sostenibilità ambientale, che è la caratteristica veramente esclusiva di questo complesso, che può anche godere di una posizione privilegiata, immersa nel verde, ma a due passi dalla città”.

Ad affascinare i visitatori anche l'arredamento, firmato Moda d'Interni, caratterizzato da dettagli eleganti, dalla finitura laccata opaca con dettagli tortora, che si abbinano in modo naturale al parquet. Soluzioni dal gusto minimalista, facili da pulire e manutenere, che però non trascurano confort e design, con elettrodomestici di ultima generazione. A tutti i partecipanti all'open day sono state riservate speciali condizioni di acquisto: studio dell'arredamento ingresso alla spa gratuito per un anno per tutti gli abitanti del Borgo, spese condominiali e di riscaldamento gratuite per 3 anni.

a.ceresoli

© riproduzione riservata