Mercoledì 29 Settembre 2004

La raccolta differenziata sbarca in centro e in Città Alta

Con l’inizio del 2005 il prelievo della carta a domicilio sarà esteso anche al centro di Bergamo e in Città Alta, dove esiste una prevalenza di uffici. Lo ha annunciato l’assessore comunale all’Ambiente Fausto Amorino che ha precisato come, da gennaio o febbraio, la raccolta differenziata per quanto riguarda la carta sarà esteso ai residenti. Nessun rimpianto invece, da parte dei cittadini, per le campane dei rifiuti rimosse e per le isole ecologiche smantellate, oltre una settimana fa, nei quartieri di Borgo Santa Caterina, Redona, Conca Fiorita, Valtesse e Monterosso. Le ormai vecchie «pattumiere» sono state sostituite, lunedì 20 settembre, da 10 mila contenitori a domicilio di carta e vetro che verranno raccolti dalla Bas alle 6 di mattina o nel pomeriggio. Ma il fatto che si sia dato il via ad un sistema di raccolta considerato più efficace e moderno, non significa che tutto stia filando liscio come l’olio. Nel cercare di capire come è stato accolto dai residenti delle zone interessate il nuovo criterio di prelievo dell’immondizia, è infatti emerso che molta gente risulta ancora impreparata, mentre qualcuno si lamenta dei rumori provocati in orari troppo mattinieri dalla raccolta del vetro (nonostante lo slittamento fissato a dopo le 7.30 per questo tipo di rifiuto). Il nuovo sistema di prelievo dei rifiuti è stato avviato lo scorso 3 maggio e poi il 5 luglio in 14 quartieri della zona sud di Bergamo. Infine il 20 settembre è stata attuata la terza fase: l’operazione ha consentito di eliminare complessivamente 303 campane e 169 isole ecologiche. Con i nuovi criteri di raccolta, l’organico viene ritirato negli appositi contenitori forniti dalla Bas due volte alla settimana, il sacco grigio una volta, mentre la carta e il vetro ogni 15 giorni.

(29/09/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags