Venerdì 19 Dicembre 2003

La Regione stanzia 515mila euro per migliorare alla stazione di Calolzio

La Regione Lombardia ha stanziato 515.350 euro per rendere la stazione ferroviaria di Calolziocorte un vero nodo di interscambio ferro-gomma. E’ stato infatti approvato dalla Giunta regionale lo schema di accordo da sottoscrivere con il Comune di Calolziocorte, la Provincia di Lecco e Rete Ferroviaria Italiana (RFI) per la attuazione degli interventi da realizzare presso la stazione stessa.

«Dopo la sottoscrizione degli accordi relativi ai nodi di interscambio di Monza, Sondrio, Bergamo e Cremona - ha detto l’assessore alle Infrastrutture e Mobilità Massimo Corsaro - la Regione prosegue l’azione di intervento sulle stazioni ferroviarie della Lombardia per garantire ai viaggiatori standard funzionali e qualitativi minimi come

pensiline, informazioni e biglietterie; ma anche facilitare l’uso integrato del treno e dei mezzi su gomma pubblici e privati, migliorare l’accessibilità al trasporto ferroviario, realizzando anche percorsi protetti, eliminando le barriere architettoniche e costruendo parcheggi per auto e cicli e aree per il capolinea dei bus; valorizzare il ruolo urbano della stazione e delle aree limitrofe».

Gli interventi, volti a migliorare le funzioni di interscambio ferro-gomma della stazione di Calolziocorte, riguardano la nuova stazione degli autobus e una diversa accessibilità

ciclo-pedonale e viabilistica. Le opere saranno realizzate in coordinamento con quanto previsto da RFI nell’ambito del raddoppio della tratta Airuno-Carnate. Il progetto preliminare, approvato dal Comune di Calolziocorte, prevede tre lotti di attuazione: 2004 (con inizio stimato dei lavori a dicembre), 2005 e 2006. I costi delle opere sono di 1 milione 30 mila e 700 euro e verranno così ripartiti: 515 mila 350 euro a carico della Regione Lombardia (50% del totale); 232 mila a carico della Provincia di Lecco e 283 mila 350 a carico del Comune di Calolziocorte.

(19/12/2003)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags