Venerdì 15 Aprile 2005

La sfida-salvezza tra Brescia e Atalanta Anche gli ultras esortano a «usare la testa»

La sfida-salvezza tra Brescia e Atalanta, in programma domenica 17 aprile 2005 allo stadio Rigamonti sarà un banco di prova un po’ per tutti. Il derby provinciale giunge subito dopo l’entrata in vigore delle nuove disposizioni antiviolenza. Sotto il profilo dell’ordine pubblico è inoltre, certamente, la più delicata tra le partite in programma del prossimo fine settimana. Tutto ciò non potrà non avere ripercussione sull’attività di chi è preposto al mantenimento dell’ordine pubblico, ma anche sulle conseguenze del comportamento dei tifosi. A Brescia, ci si prepara a una domenica particolarmente delicata. La principale novità, scaturita da un «tavolo tecnico», è rappresentata dall’anticipo degli orari d’apertura dei cancelli allo stadio. Si potrà entrare al Rigamonti a partire dalle 11,30 e, dalla Questura si invitano quindi gli spettatori ad andare allo stadio «con congruo anticipo evitando inutili code o sovraffollamenti ai varchi d’accesso». Il Questore Brescia ribadisce l’invito a non partire da Bergamo se non si è in possesso del biglietto d’ingresso, e avverte: i controlli saranno mirati e ancora più rigorosi del solito.

In quanto ai posti a disposizione dei tifosi bergamaschi spiega che «lo stadio di Brescia è tale per cui, se si vuole garantire la sicurezza, non possono essere riservati più di 2.700 posti alle tifoserie ospiti».

Delle nuove norme dovranno tener conto anche coloro che si presenteranno a Brescia senza biglietto e saranno costretti a rimanere al di fuori dello stadio. La partita potrebbe infatti essere sospesa anche a causa di loro eventuali comportamenti in grado di pregiudicare la sicurezza degli altri spettatori.

Da Bergamo arriveranno tre treni speciali (due treni, uno dei quali farà due viaggi), ognuno con circa 900 tifosi, che raggiungeranno la stazione ferroviaria di Brescia a intervalli di 45 minuti di distanza l’uno dall’altro. Controlli saranno predisposti anche ai caselli autostradali e lungo le strade provinciali che collegano Brescia a Bergamo.

Chi dalla città orobica arriverà in autostrada dovrà uscire a «Brescia centro» e lasciare l’auto al parcheggio predisposto a circa 200 metri, nel piazzale dove d’estate si trova il luna park. «Sono fiducioso - conclude il Questore - nel fatto che la partita di domenica verrà considerata e vissuta solo come un evento sportivo". Auspicio finora supportato anche dai segnali che giungono dalle due tifoserie, che sembrerebbero improntati alla volontà di far sì che la sfida rimanga solo un importante momento sportivo, con ogni probabilità decisivo, nella lotta per la salvezza.

Gli ultras atalantini, difatti, in un volantivo esortano - a modo loro - tutti i supporters nerazzurri a non raccogliere provocazioni, sia durante la trasferta, che dentro e fuori dallo stadio. «Niente ubriachi, niente stupidaggini sul treno e dai finestrini dei pullman. Chiediamo a tutti di mantenere la mente fredda e il cuore caldo». Insomma, un’esortazione a usare la testa per il bene proprio e nell’interesse delal squadra del cuore.

(15/04/2005)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags