Mercoledì 12 Luglio 2006

«Paesaggi e Passaggi», itinerario culturale fra Clusone, Rovetta e Lovere

Un suggestivo itinerario culturale unisce idealmente Clusone, Rovetta e Lovere: si tratta di «Paesaggi e Passaggi», un percorso ideale tra storia, arte e natura che, a partire dal 15 luglio fino a metà settembre, offre un fitto calendario di iniziative volte a valorizzare i musei e i tesori locali, spaziando dalle mostre al jazz, dagli incontri di approfondimento al teatro. Si comincia con il Mat-Museo Arte e Tempo di Clusone, che propone un viaggio nel tempo. Qui, sabato 15 luglio alle 18,30, sarà inaugurata l’esposizione dedicata alla collezione di rari esemplari di meccanismi di orologi da edificio e da torre, databili dal XIV al XX secolo. Sabato il MAT inaugura in contemporanea anche la mostra «Trenta Studi di Erbe e Fiori di Giacomo Manzù», che offre al pubblico l’occasione di ammirare la raffinatissima serie botanica realizzata dal maestro nel 1943 - proprio negli anni in cui viveva con la sua famiglia a Clusone - accompagnato da un erbario essiccato composto dagli esemplari delle specie naturali raffigurate. Oltre alle mostre, che resteranno aperte fino al 10 settembre, a Clusone il cammino sul filo del tempo prosegue nell’inedito «Fondamenti di Temponautica» (16 luglio-3 agosto), nell’ esposizione delle opere selezionate per il concorso di arte digitale «L’arte viaggia nel tempo» (fino al 30 luglio), ma anche nella storia clusonese raccontata attraverso «Giorni Nostri», proiezione di fotografie provenienti dall’Archivio Cristilli, e nell’installazione della serie «Temporanea» della giovane artista clusonese Clara Luiselli (Info tel. 0346.22440 o www.museoartetempo.it).Da Clusone a Rovetta, nella casa museo, che ospitò dal ‘400 al ‘700 i Fantoni, celebri scultori e artisti del legno e del marmo. Le visite guidate organizzate da luglio a settembre, consentiranno di ammirare disegni, sculture e intagli, con una speciale rassegna espositiva di disegni. Di Rovetta si innamorò anche il grande pittore Arturo Tosi. Nel 50° della scomparsa, il Centro Museale di Rovetta, sabato 15 luglio alle 17, inaugura la mostra «Umori di buona terra. I luoghi della pittura di Arturo Tosi». L’esposizione, che proseguirà fino al 3 settembre, proporrà in 70 opere. «Paesaggi e Passaggi» approda poi a Lovere alla scoperta dei tesori custoditi dalla Pinacoteca dell’Accademia Tadini, tra capolavori di Jacopo Bellini, del Pitocchetto, di Tiepolo e di Fra Galgario, deliziose collezioni di porcellane, bronzetti e armature medievali, fino al monumento che Canova dedicò alla memoria di Faustino, figlio del conte Tadini. Una nuova sezione dedicata all’arte moderna, poi, invita a un itinerario affascinante che dalle belle tele di Francesco Hayez, attraverso la ceramica di Lucio Fontana, arriva alle più importanti espressioni del contemporaneo, A luglio e agosto la Tadini propone l’apertura straordinaria e gratuita della sua Galleria tutti i venerdì, dalle 21 alle 24, oltre a un interessante calendario di visite guidate gratuite a tema(12/07/2006

e.roncalli

© riproduzione riservata