Sabato 10 Aprile 2004

Latitante va al cinema, i carabinieri lo catturano

Era arrivato al cinema insieme a un conoscente, ieri pomeriggio intorno alle 15,30. Ha cercato parcheggio, poi è entrato e si è messo in coda, in attesa di poter scegliere l’accesso a una delle sale dell’Uci Cinema di Curno, a quell’ora affollato. Un’azione spavalda per uno che deve ancora scontare 18 mesi di reclusione e che sul suo capo ha due ordini di cattura da parte delle procure di Genova e di Bergamo per reati contro il patrimonio. Spavalderia che a Pavel Dragutinovic, 22 anni, slavo di origini croate con domicilio a Dalmine, latitante da quattro mesi, è costata cara. Perché proprio mentre era in coda è stato riconosciuto e bloccato dai carabinieri della stazione di Curno, che erano in servizio in borghese.

Immobilizzato dai militari, di fronte a una platea improvvisata di spettatori stupiti e spaventati, il giovane si è buttato per terra, dichiarandosi innocente e accusando i carabinieri di aver sbagliato persona. Portato in caserma, Dragutinovic è stato riconosciuto e per lui si sono aperte le porte del carcere di via Gleno.

(10/04/2004)

u.negrini

© riproduzione riservata

Tags