Sabato 27 Dicembre 2008

Le piste si riscaldano in attesa di Capodanno

Dalla Valle Brembana alla Valle Seriana, questi giorni sono all’insegna dello sci. Complici neve e bel tempo, in tutte le stazioni sciistiche si è registrato una buona presenza, per un mordi e fuggi o per le vacanze lunghe che si concluderanno con l’Epifania. VALLE BREMBANANon ha avuto infatti effetti negativi - eccetto qualche problema di transitablità di alcuni tratti di strada nella mattinata - la rapida perturbazione che ha attraversato nella notte la Valle Brembana. In quota è stata subito neve, mentre a fondovalle la precipitazione è stata dapprima caratterizzata da pioggia intensa e gelata accompagnata da forti raffiche di vento cui ha fatto seguito una nevicata: una ventina di centimetri oltre i mille metri di quota anche sulle montagne di fondovalle, una decina sul fondovalle. Non sarebbe potuta andare diversamente in quanto le temperature dell’aria in quota hanno raggiunto i -10 gradi favorendo la nevicata, mentre a fondovalle ci si è attestati sui -3 gradi. Le massime lungo la giornata sono rimaste negative in quota e appena positive – attorno allo zero - a fondovalle. Tornando al turismo, affollati i ristoranti, sia nel comprensorio alto della valle, sia nelle convalli Taleggio e Serina. Piuttosto buona la presenza di sciatori sui campi di sci anche il giorno di Natale, una presenza che si è ulteriormente incrementata ieri, quando si sono registrati altri arrivi. Oggi e domani si dovrebbe raggiungere quasi il top delle presenze sia negli alberghi – che hanno già avuto un buon numero di ospiti a partire dalla vigilia - sia nelle seconde case. Le piste sono in perfette condizioni di innevamento, l’aria è fredda per cui non ci sarebbero problemi se si dovesse intervenire con neve programmata su qualche costone che è stato spazzato dal vento.VALLE SERIANATemperature in picchiata e un’altra spruzzata di neve, nella notte, anche in Valle Seriana. Nessun problema comunque alla viabilità, nemmeno in Alta Valle, anche se rimane alto il rischio di gelate soprattutto di notte. Proprio a causa del ghiaccio, ieri verso le 12,30, lungo la provinciale della Valle Borlezza, si è verificato un incidente, all’altezza dello svincolo per San Lorenzo di Rovetta, nel quale è rimasta contusa in modo non grave una donna di Brusaporto che viaggiava accanto alla conducente di una Seat Ibiza, illesa, che ha perso il controllo dell’auto ed è finita fuori strada. La passeggera, che ha riportato un lieve trauma cranico, è stata trasportata in ambulanza al Pronto Soccorso dell’ospedale Locatelli di Piario: subito dimessa è stata giudicata guaribile in 8 giorni. L’incidente è stato rilevato dai carabinieri di Clusone. Discreta la presenza di turisti e villeggianti in Alta Valle Seriana. La vigilia di Natale, soprattutto sull’ex strada provinciale 671, si sono comunque registrati rallentamenti verso le località turistiche. Più accentuata nella giornata di Santo Stefano la presenza sugli impianti da sci tutti aperti, a parte quelli del monte Pora il giorno di Natale. Il pienone è atteso per settimana prossima, per l’ultimo dell’anno. «Gli arrivi, rispetto all’anno scorso, sono in aumento – dice soddisfatto dall’Hotel Milano di Bratto il direttore Fabio Iannotta – e da quello che mi risulta anche nelle altre strutture. Chi più, chi meno, sta infatti registrando prenotazioni dai tre ai cinque giorni. Il trend è dunque positivo e ci lascia ben sperare».(27/12/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata