L’ennesima bufala in rete
«Coca Cola contaminata»

Circola un messaggio allarmistico (e sgrammaticato) su una possibile contaminazione della bevanda. E la Polizia interviene.

L’ennesima bufala in rete «Coca Cola contaminata»

Come cantava il Vasco nazionale? «Bevi la Coca Cola che ti fa beneeee...». Ecco, il messaggio che in questi giorni circola in rete è scritto in un italiano quanto meno approssimativo, il che dovrebbe bastare a togliere ogni ragionevole dubbio sulla sua vera natura. Ma nell’epoca social è più che sufficiente a scatenare la psicosi, al punto che la polizia nel suo profilo Facebook «Commissariato di Ps on line» ha ritenuto opportuno pubblicarlo per spegnere sul nascere l’allarme. «Svariate segnalazioni ci portano alla nostra attenzione questo messaggio che se pur allarmante risulta privo di ogni fondamento» si legge. Ecco il post.

«Cerchiamo di valutare quali messaggi condividere e quali cestinare. Con un minimo di buon senso possiamo limitare questo fenomeno» conclude la Polizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA