Venerdì 19 Settembre 2008

Lombardia: stop ai veicoli inquinanti anche sulle provinciali. Blocco dal 2009 ai diesel Euro 2

Tempi duri per chi ha un’auto datata. La Regione Lomardia ha deciso l’estensione alle strade provinciali delle limitazioni al traffico per i mezzi più inquinanti (dal 15 ottobre 2008 al 15 aprile 2009) e l’aggiunta dei veicoli diesel Euro 2 alla lista dei mezzi sottoposti al fermo dal 15 ottobre 2009. Dall’altra parte arriva però uno stanziamento complessivo di 15 milioni di euro per favorire l’utilizzo di mezzi che inquinano meno. L’obiettivo è contrastare l’inquinamento e migliorare la qualità dell’aria: i provvedimenti riguardano la zona critica A1 (210 comuni in 10 province). I PROVVEDIMENTI VARATI - un bando da 3,5 milioni di euro per incentivare la rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 o Euro 1 e favorire l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (elettrici, ibridi o Euro 3) con contributi che vanno da 200 a 2.000 euro- un bando da 10 milioni di euro per promuovere l’installazione dei filtri antiparticolato sui mezzi diesel destinati al trasporto merci con contributi che vanno da 2.000 a 3.000 euro- un bando da 1,4 milioni per rinnovare il parco taxiLE MOTOIl bando - ha spiegato l’assessore Buscemi - già attivo e che resterà aperto fino a esaurimento fondi, stanzia 3,5 milioni di euro, destinati ai cittadini residenti nella zona critica A1 e alle imprese ed enti con sede legale o operativa nella stessa area, per l’acquisto di mezzi nuovi a nullo o basso impatto ambientale (elettrici, ibridi o Euro 3 per i cittadini; solo elettrici e ibridi per imprese e enti) e l’eventuale rottamazione dei vecchi ciclomotori e motocicli Euro 0 ed Euro 1. Si prevede che saranno sostituiti nei prossimi mesi oltre 10 mila mezzi.Sono previsti contributi da un minimo di 200 euro (per l’acquisto di un motociclo a benzina Euro 3 senza la demolizione di un mezzo Euro 0 o Euro 1) a un massimo di 2.200 euro per l’acquisto di motociclo elettrico o ibrido con velocità massima superiore a 46 km/h e la contestuale demolizione di un veicolo Euro 0 o Euro 1. Tra le altre misure, infatti sarà assegnato un contributo di 200 euro a chi deciderà di rottamare un ciclomotore o motociclo Euro 0 o Euro 1 indipendentemente dall’acquisto del nuovo mezzo. FILTRICon uno stanziamento di 10 milioni di euro saranno incentivati l’acquisto e l’installazione di filtri antiparticolato su veicoli diesel Euro 0, Euro 1 o Euro 2 destinati al trasporto merci con contributi da 2.000 a 3.000 euro (pari circa alla metà del costo). Potranno presentare la domanda di contributo privati cittadini, imprese e soggetti pubblici residenti o con sede nella zona critica A1. I dispositivi installati dovranno rispettare quanto previsto dal Decreto del Ministero dei Trasporti del 25 gennaio 2008. Questo il dettaglio dei contributi:- 2.000 euro per i filtri installati sui veicoli di categoria N1 (massa massima fino a 3,5 tonnellate)- 2.500 euro per i filtri installati sui veicoli di categoria N2 (massa massima tra 3,5 tonnellate e 12 tonnellate)- 3.000 euro per i filtri installati sui veicoli di categoria N3 (massa massima superiore a 12 tonnellate).TAXIRegione Lombardia mette a disposizione inoltre 1.400.000 euro per rinnovare il parco taxi. In particolare i fondi saranno destinati all’acquisto di auto nuove a metano, ibride e bifuel, alla trasformazione del motore da benzina a metano e gpl e ad alcuni altri interventi come la predisposizione delle vetture per il trasporto dei portatori di handicap e l’installazione di dispositivi per la sicurezza. PIANO D’AZIONE PER L’INVERNO (i blocchi e gli orari nel dettaglio)Per prevenire e contenere episodi acuti di inquinamento atmosferico, in particolare quello da polveri sottili (PM10), nel periodo invernale, è previsto il fermo programmato dei mezzi più inquinanti (autoveicoli benzina e diesel Euro 0 e diesel Euro 1, ciclomotori e moto a due tempi Euro 0) dal 15 ottobre 2008 al 15 aprile 2009, dal lunedì al venerdì (escluse anche le giornate festive infrasettimanali) dalle 7.30 alle 19.30. Il provvedimento di applica alla Zona A1. Potranno aderire anche altri Comuni non compresi nella Zona A1, sulla base di specifici accordi tra le Province e la Regione; ai residenti di questi Comuni sarà data la possibilità di accedere ai bandi per le moto e i filtri. Saranno escluse dalle limitazioni dunque solo le autostrade, le strade di interesse regionale R1 e i tratti di collegamento tra queste strade, gli svincoli autostradali e i parcheggi di corrispondenza dei mezzi pubblici.A partire da quest’anno, i provvedimenti regionali per il periodo da ottobre ad aprile diventano permanenti, seppure a valenza stagionale; in altri termini, le misure decise quest’anno - salvo alcune modifiche che potranno essere introdotte di volta in volta (come ad esempio l’estensione dei divieti ai veicoli Euro 2 dall’ottobre 2009) - varranno per tutti i prossimi anni. NIENTE VECCHIE STUFE SOTTO I 300 METRI DI QUOTAA questa misura se ne affiancano alcune altre, tra cui la conferma dei limiti all’utilizzo della legna per riscaldamento in camini o stufe di vecchio tipo (quando sia presente un altro impianto) nelle zone di pianura (sotto i 300 m di altitudine).CONTROLLI E OPACIMETRI Sono scattate dal 1 agosto 2008 le sanzioni per il mancato rispetto della nuova normativa sul controllo dei gas di scarico, introdotta dal 1 agosto 2007, che prevede l’obbligo di una verifica annuale per tutti gli autoveicoli della Lombardia. Devono sottoporsi al controllo gli autoveicoli immatricolati dal 1 gennaio 1970, con più di 4 anni di età o che abbiano percorso più di 80.000 km. Sono esclusi invece gli autoveicoli classificati d’interesse storico o collezionistico, iscritti nei registri previsti dall’articolo 215 del Dpr 16 dicembre 1992, n. 495 (Regolamento di esecuzione e applicazione del Nuovo Codice della Strada). È stata avviata inoltre la gara per l’acquisto, da parte della Regione, di 117 opacimetri che saranno messi a disposizione dei 100 Comuni lombardi con più di 15.000 abitanti per potenziare i controlli su strada. (19/09/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags