Giovedì 19 Giugno 2008

Maturità, parlanogli studenti bergamaschi

Il giudizio è unanime, almeno per gli studenti dello scientifico e del classico: la prova di greco e di matematica erano decisamente fattibili. Niente sorprese dunque per i ragazzi che hanno dovuto affrontare la seconda prova della maturità.La versione di Luciano «Codice etico per lo storico» e i problemi di geometria non sono stati un rebus, e soprattutto non hanno riservato brutte sorprese come invece è successo con la polemica su Montale. «Il testo era di 17 righe – ha spiegato Rosien Bettinelli del liceo Sarpi – e tranne le ultime 4 di cui non si capiva nulla per il resto era alla nostra portata». «Sicuramente la versione più facile degli ultimi anni» ha invece commentato la sua compagna di classe Alessandra Salluce. «Luciano come autore è stata una manna dal cielo perché è più facile degli altri – ha confermato Luca Nosari -. Certo che i pronostici non l’hanno proprio azzeccata perché davano come probabile Demostene, Tucidide e Platone». Tutto sommato sereni e soddisfatti anche gli studenti dello scientifico, molti dei quali hanno terminato la prova ben prima dello scadere delle sei ore a disposizione. «È stata una prova giusta, calibrata secondo i programmi svolti» ha commentato Gualtiero Scotti del Sant’Alessandro, mentre Paola Bonaschi e Andrea Fumagalli hanno sottolineato che il secondo dei due problemi era più complesso:«I quesiti invece erano più semplici, anche se un paio erano su argomenti di quarta».Gaffe su Montale, silurato il tecnicoVuoi dire la tua? ScriviciSeconda prova, tutte le infoL’elenco delle seconde prove(19/06/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags