Giovedì 06 Novembre 2008

Medaglie ai farmacisti da 50 anni

Si preparano festeggiamenti in grande stile venerdì 7 novembre per i farmacisti della provincia di Bergamo. L’appuntamento è al «San Marco Roof Garden» di Bergamo, per la cerimonia che vedrà premiati gli iscritti che hanno raggiunto i 50 anni di laurea e di iscrizione all’Ordine. «Oltre alla medaglia d’oro a ricordo dell’evento, tradizionalmente fatta coniare dall’Ordine dei farmacisti di Bergamo – spiega il presidente Ferdinando Bialetti –, la nostra federazione nazionale ha fatto pervenire una pergamena da consegnare a ciascun premiato. A ulteriore riconoscimento dell’indubbia professionalità e dedizione con cui questi colleghi hanno svolto la loro attività in terra orobica». Saranno dunque nove, compreso lo stesso Bialetti, i farmacisti festeggiati domani sera: Giovanna Bertoli di Bolgare, Santa Maria Casale di Parre, Maria Cipolla e Franca Felci di Bergamo, Gianpaolo Ferrari di Ponteranica, Alberto Guerra di Verdellino, Ernesto Nanni di Torre de’ Roveri e Gabriella Viganò di Stezzano.E il presidente Ferdinando Bialetti fa giusto due conti per spiegare queste premiazioni: «Cinquant’anni di attività significa che ogni collega che ritirerà il premio ha assistito nella sua carriera circa un milione di clienti/pazienti. E lo ha fatto con correttezza e professionalità. Tra l’altro, in tempi non certo facili: per capire quanto, bisogna tornare indietro 30/40 anni fa, quando non esistevano i turni di servizio per le farmacie – precisa il presidente dell’Ordine dei farmacisti –, quindi dovevamo essere reperibili 24 ore su 24».Ma i premi assegnati a Bialetti, da 12 anni saldamente alla guida dell’Ordine bergamasco che conta un migliaio di iscritti, saranno addirittura tre. Oltre alla medaglia d’oro per il mezzo secolo di laurea, nel corso della serata – che potrà contare sulla partecipazione di Giacomo Leopardi, presidente nazionale della Federazione degli Ordini, e Anna Rosa Racca, presidente di Federfarma nazionale –, il senatore Valerio Carrara consegnerà a Bialetti anche un riconoscimento del Senato della Republica proprio per i 12 anni di presidenza dell’Ordine bergamasco. «Sono veramente felice che sia Carrara a premiarmi – commenta Ferdinando Bialetti –, non solo perché è un vecchio amico, ma soprattutto perché lo ricordo ragazzo, quando ha deciso di intraprendere il corso di laurea in chimica e tecnologie farmaceutiche, dopo aver frequentato la farmacia di Oltre il Colle dove lavoravo all’inizio della mia carriera».Per il terzo premio – la medaglia d’oro «Carlo Giongo», che viene assegnata a chi ha ricoperto la carica di presidente dell’Ordine dei farmacisti per almeno un decennio – Bialetti dovrà, invece, attendere ancora qualche giorno: la cerimonia di consegna, infatti, è fissata per mercoledì 19 novembre al palazzo del Comitato italiano Unicef di Roma. «È un riconoscimento importante, di cui vado molto fiero, che credo sia la dimostrazione dell’affetto e del consenso – conclude Bialetti – che i miei colleghi mi hanno attribuito in tutti questi anni di lavoro». Un affetto e un consenso su cui il presidente dell’Ordine dei farmacisti spera di poter contare anche per il prossimo mandato: sabato 13, domenica 14 e lunedì 15 dicembre, infatti, si terrà la tornata elettorale bergamasca per scegliere il nuovo Consiglio direttivo dell’Ordine dei farmacisti.(06/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata