Mercoledì 18 Febbraio 2004

Microcamera spia i bancomat: caccia alla banda di clonatori

Occhio ai bancomat: sabato sera, installato da ignoti, su uno sportello del Credito Bergamasco in via Moroni, è stato ritrovato un dispositivo elettronico (simile a quelli già scoperti in altre zone d’Italia) che serve a clonare bancomat e carte di credito.

Funziona così: un lettore elettronico viene inserito nella fessura dove va messa la carta e memorizza i dati della banda magnetica, mentre una microcamera nascosta filma l’utente mentre digita il codice e lo trasmette in tempo reale a una videocamera a distanza. Incrociando i dati della banda magnetica e del codice segreto i truffatori attuano la clonazione e fanno prelievi ai danni di utenti inconsapevoli.

Il dispositivo è sotto sequestro: indaga la questura, ma non si sa se e in quanti altri sportelli bancomat, e di quali altre banche, quel dispositivo sia stato già applicato. Così non si sa quanti bergamaschi possano aver subito raggiri. Gli investigatori sono al lavoro per pizzicare i clonatori; si chiede agli utenti di fare attenzione: se si nota qualcosa di strano agli sportelli, evitare di fare prelievi.

Consigli per difendersi

Occhio alle anomalie

Osservare lo sportello bancomat: se la fessura in cui si inserisce la tessera è asimmetrica non prelevare, potrebbe nascondere il dispositivo elettronico di copiatura. E avvertire subito la polizia.

Controllare gli estratti conto

Se si effettuano prelievi di sabato o di domenica, verificare la propria situazione contabile al lunedì. I clonatori agiscono spesso nei weekend, quando gli sportelli bancari sono chiusi: alla prima anomalia fare denuncia. Conservate sempre le ricevute di bancomat e carta di credito e fate i riscontri con gli estratti conto: in caso di clonazione sono l’unica prova che può dimostrare quali prelievi avete fatto voi e quali no, per un eventuale risarcimento.

Custodire il bancomat

Non consegnare a nessuno il proprio bancomat: bastano pochi secondi e mani estranee, usando un marchingegno simile a quello del Pos (pagamento elettronico), possono copiare la vostra banda magnetica.

Mai il codice sull’agenda

Non tenete mai il vostro codice segreto annotato sull’agenda telefonica: se vi viene rubata insieme alla carta bancomat i clonatori risalirebbero al vostro codice.

Attenti a Internet

Se amate l’e-commerce sappiate che è questo il terreno dove agiscono i clonatori: non tutti i siti sono protetti. Fate sempre una verifica, con il numero verde del servizio clienti, della situazione contabile della vostra carta di credito: potreste scoprire di essere stati clonati.

(18/02/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags