Mercoledì 01 Giugno 2005

Mons. Roberto Amadei, vescovo da 15 anni

Quindici anni di episcopato. È il traguardo raggiunto dal vescovo di Bergamo, Roberto Amadei, che ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 2 giugno 1990 dopo la nomina a vescovo di Savona-Noli. Monsignor Amadei è nato il 13 febbraio 1933 a Verdello, nella cascina Zacagna, terzogenito di una famiglia composta da quattro fratelli e una sorella. Il padre Angelo era operaio alla Dalmine, mentre la mamma Angela Nisoli era casalinga. Nel 1938 la famiglia si trasferisce a Pognano. Maturata la vocazione al sacerdozio, Roberto Amadei entra nel Seminario minore di Clusone e poi in quello di Città Alta. Il 16 marzo 1957 viene ordinato sacerdote nella chiesa di San Giovanni in Seminario dal vescovo Giuseppe Piazzi. Nello stesso anno viene inviato nel Pontificio seminario romano per perfezionare gli studi teologici, che si concludono con la licenza in Sacra teologia (1960). Il 28 ottobre 1958 è in piazza San Pietro, dove assiste alla fumata bianca e alla prima benedizione del Beato Papa Giovanni XXIII. Nel 1970 si laurea in Storia ecclesiastica all’Università Gregoriana. Rientrato in diocesi nel 1960, è nominato docente di Storia ecclesiastica in Seminario, incarico che mantiene anche quando diviene preside di Teologia (1968-’81) e rettore del Seminario (1981-’90). Il 21 aprile 1990 monsignor Amadei è nominato vescovo di Savona-Noli. Nella diocesi ligure rimane poco più di un anno, perché il 21 novembre 1991 viene nominato vescovo di Bergamo, succedendo a Giulio Oggioni, ritiratosi per raggiunti limiti di età.

(01/06/2005)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags