Venerdì 26 Dicembre 2003

Montagna: aumentano le piste aperte Aperta la pista di fondo della Conca dell’Alben

Non sono stati numerosi gli sciatori che il giorno di Natale hanno raggiunto le stazioni invernali dell’alto Serio e della valle di Scalve. Già oggi, comunque, l’afflusso degli sciatori sulle piste da sci è stato soddisfacente.

In questi giorni di freddo pungente - la temperatura a certe quote è scesa al di sotto dei dieci gradi - i gestori degli impianti di risalita e delle piste di fondo sono riusciti a produrre parecchia neve artificiale e in tal modo si sono potuti allungare i percorsi sciabili. Così ad esempio a Schilpario, dove la pista di fondo «Agli Abeti» è ora percorribile, con passo pattinato e alternato, non più per un solo chilometro come nei giorni scorsi, ma per ben due chilometri.

Sempre in valle di Scalve, a Colere si scia su ottima neve sulle piste di discesa comprese tra i 2250 metri del Ferrantino e i 1500 metri del Polzone. È poi prossima l’apertura, proprio grazie alla neve sparata dai cannoni del nuovo impianto di innevamento artificiale, della pista che dal Polzone scende fino alla Carbonera di Colere nel tratto compreso tra l’albergo Plan del Sole e l’Intermedio.

A Castione, centro turistico che fa registrare, sia negli alberghi che nelle seconde case, uno straordinario afflusso di turisti, si scia sia al Monte Pora che in Presolana. Lungo l’asta del Serio restano aperti anche gli impianti della stazione di Spiazzi di Gromo. In funzione anche ,sui pascoli di Vodala, una delle due sciovie, che serve una pista che per ora viene utilizzata anche come campo scuola.

A Bondione intanto, si è riusciti, con neve sparata, a rendere percorribili, per passo pattinato e alternato, tre chilometri della pista di fondo «Casa Corti» e si è completata la cascata artificiale di ghiaccio, alte 10 metri e larga 4, che consentirà agli appassionati di esercitare il loro sport preferito. A Lizzola sciabili sempre la pista «Agonistica» e parte della «Turistica».Buone notizie anche per il comprensorio bianco della Valle Brembana, in particolare per gli appassionati del fondo che finora erano rimasti forzatamente a digiuno per carenza di disponibilità di piste. È stato completato infatti l’allestimento di un chilometro di tracciato di una delle piste del centro, precisamente dal Colle di Zambla alla località Crocetta.

Oltre al comprensorio di Bremboski (San Simone di Valleve, Foppolo, Carona) regolarmente sciabile in tutta la sua ampiezza e con collegamenti sciistici tra Foppolo e la Valcarisole fin dallo scorso fine settimana, da oggi sono sciabili anche la Torcola Soliva di Piazzatorre e Valtorta Piani di Bobbio, limitatamente però a Pista Tre Signori che scende sul versante brembano della stazione dino ai Piani di Ceresola di Valtorta, e Pista Fortino ai Piani di Bobbio. (26/12/2003)

f.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags