Martedì 28 Dicembre 2004

Monumento ai Caduti: a Osio Sotto le associazioni in polemica col Sindaco

Il monumento ai Caduti non si tocca e non si sposta dal parco Colleoni: lo chiedono 7 associazioni di Osio Sotto (6 d’arma), sostenute dalle minoranze consiliari che si oppongono ai progetti di riqualificazione del centro storico dell’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Mirio Bocchi, eletto con la lista civica La Margherita. Le associazioni hanno anche scritto una lettera al sindaco.Il monumento nel parco è stato eretto nel 1969. Ogni anno vi depongono corone d’alloro l’associazione alpini, artiglieri, avieri, bersaglieri, carabinieri, reduci di prigionia, Caduti e dispersi in Guerra. Ora, secondo un nuovo studio urbanistico commissionato dall’amministrazione Bocchi all’architetto lussemburghese Leon Krier e allo studio Bontempi di Collecchio (Parma, partner in Italia di Krier) per riqualificare il centro storico, attraverso più progetti.Il primo progetto, ormai definitivo, riguarda la sistemazione di via Roma, che corre a nord del piccolo parco Colleoni, e la riqualificazione del fazzoletto verde del centro, dove il monumento è attorniato da piante secolari.

L’ipotesi di spostare e rifare il monumento in un luogo diverso ha visto insorgere le associazioni, cui si sono affiancati i gruppi consiliari di minoranza, legati alle liste civiche «Insieme per Osio» (comprendente la Lega), «l’Aquilone» e «La Via». Domani, alle 18.45 nella sede del Carroccio in via Roma, gli stessi gruppi renderanno noti dubbi e perplessità sulle intenzioni degli amministratori.

(28/12/2004)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags