Sabato 01 Gennaio 2005

Muore giovane centauro di Solza Arrestato l’automobilista pirata

Fine anno tragico sulle strade della provincia. Marco Losio, tipografo ventinovenne di Solza, è morto in seguito a uno schianto in moto sulla strada che da Carvico collega a Villa d’Adda. L’incidente si è verificato attorno alle 17 di venerdì 31. Il giovane, nato a Milano ma residente da tempo a Solza, si trovava in sella ad una moto e si stava dirigendo verso il centro abitato di Carvico.

La dinamica dell’incidente è ancora al vaglio delle autorità giudiziarie, ma da una prima ricostruzione pare che il centauro sia finito contro il muro di cinta che fiancheggia la strada per evitare un’auto che avrebbe invaso la sua corsia per svoltare a sinistra.

L’impatto è stato impressionante: Marco Losio è morto sul colpo e a nulla sono valsi gli interventi dei soccorritori. Fra i primi a giungere sul posto sono stati i volontari della Croce Bianca di Calusco e un’autolettiga di Ponte San Pietro, mentre l’automobilista ha proseguito il suo viaggio senza prestare aiuto al centauro e fermarsi dopo lo schianto.

I carabinieri di Calusco d’Adda e di Zogno, grazie ad alcune testimonianze e accertamenti, lo hanno però scovato due ore dopo: si tratterebbe di un 50enne, residente a Villa d’Adda. L’uomo è stato arrestato con le accuse di omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Ora si trova nel carcere di Bergamo in attesa dell’interrogatorio con il gip.

(01/01/2005)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags