My name is Matteo e vengo da Italy... L’inglese del premier «spacca» in rete

My name is Matteo e vengo da Italy...
L’inglese del premier «spacca» in rete

Il presidente del Consiglio bersaglio dei social network per il suo inglese così’ così.

Di questo passo rischia anche di battere Nando Mericoni, ribattezzatosi Santi Bailor, ovvero l’immenso Alberto Sordi di «Un americano a Roma» con il suo inglese maccheronico. Ad essere buoni. Perché la rete sa essere impietosa come poche, e lo sa bene il premier Matteo Renzi, finito nel mirino per il suo inglese così così, esibito in diverse occasioni pubbliche, la pia recente negli States.

Alberto Sordi in una scena del film «Un americano a Roma»

Alberto Sordi in una scena del film «Un americano a Roma»

Oddio, non che la dimestichezza dell’italiano medio con la lingua inglese sia granché superiore a quella del premier, probabilmente, ma l’occasione è troppo ghiotta per non ironizzare sull’inquilino di Palazzo Chigi. E così su Facebook è spuntata la pagina Renzi Megic English. E già il titolo, scritto così, dice più o meno tutto.

Un autentico florilegio di battutacce sull’inglese made in Italy di Renzi.

ken ai sei someffing? Less male dat RENZI IS HERE!!1

Posted by Renzi Megic English on Martedì 21 aprile 2015

E per chi vuole proprio esagerare, beh, c’è anche un canale Youtube.

Con tanto di (esilaranti) sottotitoli del suo recente intervento alla Georgetown University.


© RIPRODUZIONE RISERVATA