Martedì 07 Febbraio 2006

Nascondevano cocaina in ovuli nell’intestinoArrestati due nigeriani all’aeroporto di Orio

La Guardia di Finanza ha bloccato all’aeroporto di Orio al Serio, in due distinte operazioni, due nigeriani in possesso di quasi due chili di cocaina nascosta in ovuli trasportati nell’intestino. I due nigeriani sono stati arrestati. Entrambi provenivano dal Belgio, il primo da Charleroi e il secondo da Bruxelles. Avevano ingerito, rispettivamente, 90 ovuli contenenti in totale circa un chilo e 100 grammi di droga e 50 ovuli per circa 600 grammi. Il primo arresto ha riguardato un cittadino nigeriano di 34 anni, proveniente la Charleroi (Belgio), notato per il suo atteggiamento eccessivamente nervoso durante un controllo. Accompagnato all’ospedale Bolognini di Seriate per l’effettuazione di accertamenti radiologici, il nigeriano, dopo essersi rifiutato di sottoporsi al controllo adducendo motivazioni religiose, ha iniziato a sferrare calci e pugni contro i finanzieri ed i medici presenti: così è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e portato in carcere, dove ha espulso i 90 ovuli di cocaina. Il secondo nigeriano, 32 anni, proveniva da Bruxelles.(07/02/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags