Lunedì 03 Aprile 2006

Nello stomaco 100 ovuli di coca

Altri due immigrati fermati dalla Finanza a Orio mentre cercavano di importare cocaina con il sistema degli ovuli ingeriti. Stavolta si è trattato di un sequestro record: un nigeriano fermato sabato mattina aveva infatti ingerito ben 100 ovuli, contenenti complessivamente un chilo di cocaina. Ieri mattina un suo connazionale, fermato anche lui dai finanzieri, ha dichiarato di averne ingeriti altri 50: fino a ieri sera ne erano già stati recuperati 15. Sale così a 14 il numero degli immigrati arrestati allo scalo aereo cittadino e a quasi 700 il numero degli ovuli di cocaina sequestrati dagli uomini della Guardia di Finanza in servizio a Orio negli ultimi due mesi. Il peso complessivo della sostanza stupefacente sequestrata - esclusivamente cocaina purissima - supera gli 11 chili. Quello di sabato mattina è il quantitativo maggiore. A insospettire i militari in servizio alla dogana è stato un nigeriano di 30 anni, arrivato a Bergamo con un volo proveniente da Amsterdam. Trattandosi di una delle rotte a rischio, gli uomini delle Fiamme Gialle di Orio - comandati dal luogotenente Domenico Gabriele - hanno potenziato i controlli, su disposizione del colonnello Federico Maurizio D’Andrea, comandante provinciale della Finanza, e del maggiore Danilo Nastasi, comandante della compagnia di Bergamo. (03/04/2006)

r.clemente

© riproduzione riservata