Neve, scuole chiuse in provinciaLussana e Leonardo da Vinci,la protesta dei presidi

Neve, scuole chiuse in provinciaLussana e Leonardo da Vinci,la protesta dei presidi
La neve che sta scendendo copiosa su tutta la provincia sta mettendo a rischio l’apertura delle scuole prevista domani, mercoledì 7 gennaio, dopo la pausa natalizia.A questo proposito è da registrare anche la netta presa di posizione del preside del Liceo Lussana prof. Cesare Quarenghi che si attendeva una decisione chiara da parte delle autorità in merito a una chiusura di tutti i plessi scolastici cittadini. «Le scuole di Bergamo sono frequentate da studenti che giungono da ogni parte della città e della provincia - dice Quarenghi -. Questa mattina al Lussana si registra una presenza di circa il 50% degli studenti. Molti si sono armati di coraggio e hanno raggiunto la scuola, altri non sono riusciti nemmeno a uscire di casa. Ma di fronte a questa situazione, peraltro prevista, cosa si aspetta ad emettere un’ordinanza di chiusura delle scuole. Perchè il Prefetto di Bergamo non è intervenuto in tal senso?». «Intendiamoci - prosegue Quarenghi - non sono per la chiusura a tutti i costi delle scuole, ma in queste situazioni bisogna dare una risposta chiara ed immediata».Anche il Preside dell’Istituto Leonardo da Vinci di Bergamo, Prof. Giuseppe Tironi si associa «al disappunto espresso anche già da altri colleghi in merito alla incredibile sottovalutazione della Prefettura in merito ai disagi in cui sarebbero incorsi Studenti e Docenti nel raggiungere la Scuola in queste condizioni atmosferiche. Forse tra le altre cose sarebbe meglio che il link meteo ARPA della protezione civile posto in home page dalla Prefettura non fosse aggiornato ogni e giorni. Mi complimento per l’efficienza del servizio News del L’Eco di Bergamo cui abbiamo rinviato i nostri circa mille tra studenti e docenti, per essere aggiornati sulla situazione. Anche in tal senso, ringraziando per la Vostra ospitalità, ne approfitto per comunicare che al Leonardo da Vinci di Bergamo le lezioni di domani giovedi 8 gennaio, sono sospese».Dello stesso tenore i commenti di alcuni nostri lettori: clicca quiIn Provincia è stata invece decisa la CHIUSURA delle scuole pubbliche di Bonate Sopra, Terno d’Isola, Chignolo, Presezzo (superiori comprese), Capriate, Crespi d’Adda, Caprino, Cisano (il 7 e l’8 gennaio) Torre de’ Busi (frazione San Gottardo), Pontida, Treviglio, Treviolo (il 7 e l’8 gennaio) Caravaggio, Arzago, Calvenzano, Casirate, Fornovo, Misano, Mozzanica, Morengo, Brignano, Filago, Pagazzano e Bariano, di tutte le scuole di ogni grado degli istituti comprensivi della Valle Serina (Serina, Oltre il Colle, Bracca, Costa Serina e Algua) e di Brembilla (Brembilla, Sedrina Ubiale, Gerosa), le elementari e materne della Valle Taleggio.Saranno regolarmente APERTE le scuole di Bergamo, quelle della Valle Seriana, della Val di Scalve e dell’altopiano di Clusone oltre a quelle dell’Istituto comprensivo di Arcene (comprende Arcene, Castel Rozzone, Lurano e Pognano), Bonate Sotto, Madone, quelle degli istituti comprensivi di San Pellegrino Terme (comprende pure Dossena), e San Giovanni Bianco. Non ci sono notizie in merito alle scuole dell’istituto comprensivo dell’Alta Valle Brembana.(06/01/2009)

© RIPRODUZIONE RISERVATA