Venerdì 12 Marzo 2004

Nuovo abbonamento regionale Agevolazioni tariffarie per gli invalidi

Debutta nel trasporto pubblico della Lombardia un nuovo abbonamento regionale con un sistema di agevolazione tariffaria. La decisione è stata presa dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Massimo Corsaro. Con l’abbonamento regionale gli utenti potranno viaggiare su tutti i tram, autobus urbani e interurbani, metropolitane e ferrovie regionali di Trenitalia e delle Ferrovie Nord (in seconda classe) e anche navigare sui battelli del Lago d’Iseo, con un unico documento di viaggio: un’anticipazione dell’integrazione tariffaria che la Regione sta predisponendo. La validità del nuovo abbonamento regionale può essere trimestrale o annuale, in relazione alle esigenze degli utenti. «Questa decisione - ha commentato il presidente Formigoni - sarà una tappa significativa nel cammino intrapreso di riforma e razionalizzazione del sistema del trasporto pubblico, con una fortissima attenzione alle fasce più svantaggiate che avranno a disposizione, a seconda dei casi, tessere gratuite o agevolate o comunque a tariffa ridotta».

Con il nuovo titolo di viaggio sarà possibile anche partecipare alle manifestazioni a carattere culturale, commerciale e turistico, beneficiando di particolari sconti o agevolazioni. Il sistema, che entrerà in vigore dal 1° agosto, prevede 4 tipi di tessera di abbonamento regionale: tre riservate a particolari categorie (tessera a circolazione gratuita, a tariffa agevolata, a tariffa ridotta) e una (a tariffa piena) disponibile per tutti. Le tessere potranno essere richieste a partire dal 13 aprile in tutti gli uffici postali della Lombardia, la modulistica sarà disponibile dal 2 aprile.

La tessera costa 4 euro, cui vanno aggiunti i costi degli abbonamenti, annuali o trimestrali.

TARIFFA INTERA

È per tutti.

Abbonamento annuale 999 euro, trimestrale 299.

TESSERA GRATUITA

Hanno diritto alla circolazione gratuita gli invalidi civili e del lavoro con percentuale di invalidità del 100% purché non superino il limite ISEE stabilito dalla Regione (25.000 euro annui), non vedenti, sordomuti, agenti di polizia giudiziaria, invalidi di guerra e deportati, cavalieri di Vittorio Veneto, vittime del terrorismo e della criminalità con invalidità dalla prima alla quinta categoria e naturalmente gli accompagnatori.

TARIFFA AGEVOLATA

Hanno diritto all’abbonamento agevolato gli invalidi civili con percentuale di invalidità dal 67% al 99%, gli invalidi del lavoro con invalidità dal 67 al 79% e i pensionati con età superiore ai 65 anni (60 se donne), che non superino il limite ISEE stabilito dalla Regione (9.500 euro). Ne hanno inoltre diritto gli invalidi del lavoro con invalidità dall’80 al 99% con reddito ISEE non superiore a 25mila euro.

Abbonamento annuale 60 euro, trimestrale 15

La novità più rilevante riguarda infatti gli invalidi: la precedente normativa aveva stabilito che le categorie degli invalidi superiori ai 2/3 e i pensionati, entrambi con limite di reddito, potessero beneficiare di uno sconto del 60% sugli abbonamenti mensili ed annuali solo di linea, offrendo, quindi, un’agevolazione tariffaria relativa ad un percorso limitato e predefinito. Ora invece gli utenti possono di utilizzare tutti i servizi di trasporto pubblico locale di competenza regionale, compresi i servizi ferroviari di seconda classe. Lo stesso beneficio vale anche per le categorie di cittadini che possono circolare gratuitamente.

TARIFFA RIDOTTA

La legge regionale ha, inoltre, previsto per la categoria dei pensionati che non possono beneficiare delle agevolazioni in quanto superano il limite ISEE, la possibilità di usufruire di una riduzione sull’abbonamento regionale. Anche per tale categoria di pensionati è richiesta la cittadinanza italiana e la residenza in Lombardia.

Abbonamento annuale 699 euro, trimestrale 199

Informazioni utili

Rilascio delle tessere

Per le pratiche di rilascio delle tessere di trasporto pubblico regionale, la Giunta regionale ha individuato in Poste Italiane il soggetto più idoneo a svolgere tale servizio, considerati i vantaggi che la Regione può avere in relazione al rispetto dei tempi di legge e alla semplificazione delle procedure nei confronti dei cittadini. Le Poste si occuperanno dell’intero procedimento, dalla distribuzione del kit con i moduli e le informazioni alla spedizione delle tessere al domicilio degli utenti. Per avere la tessera si andrà quindi in posta e solo successivamente la tessera arriverà a casa. Il kit è a disposizione anche presso le associazioni degli invalidi.

Per maggiori informazioni è possibile telefonare al numero verde 840.00.00.08 per chi chiama da telefono fisso e 02/67087474 per chi chiama da telefoni mobili o da fuori. Il servizio di call center è attivo da lunedì 15 marzo.

(13/03/2004)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata

Tags