Mercoledì 02 Luglio 2008

Oasi Valpredina, via libera all’ampliamento

Via libera della Regione all’ampliamento dell’oasi di Valpredina, protetta e gestita dal Wwf. Dopo il parere positivo della Provincia, la 6ª commissione del Pirellone ha accolto la richiesta di annettere altri terreni, di proprietà sempre del Wwf: questo permetterà di rendere l’estensione della riserva più omogenea e di valorizzare i luoghi che possiedono un’alta valenza naturalistica. Nella zona si possono infatti trovare le nidificazioni di rari uccelli rapaci e vi sono le condizioni per l’insediamento di caprioli e piccoli mammiferi. «Le finalità previste da questo provvedimento – spiega Marcello Raimondi, consigliere regionale e relatore dell’iniziativa – sonoquelle di tutelare e conservare le caratteristiche naturali e paesaggistiche dell’area, oltre a disciplinare e controllare la fruizione del territorio ai fini scientifici e didattico-ricreativi».L’oasi di Valpredina era nata grazie ai terreni che, nel 1983, i coniugi Enzo e Lucia Bardoneschi diedero all’Associazione italiana del World Wildlife Fund for nature Onlus. La zona venne istituita come “area protetta” e classificata come “Riserva naturale parziale di interesse forestale e paesistico”, con un’estensione di circa 90 ettari, di cui 37 già istituiti a riserva naturale. Con l’ampliamento oggi approvato si aggiungono terreni per altri 10 ettari complessivi.L’Oasi di Valpredina si trova nel territorio di Cenate Sopra, alle pendici meridionali del monte Misma, distribuita tra i 380 e 1100 metri di quota: è attraversata dal torrente Predina. ECCO IL LINK(02/07/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata