Domenica 24 Agosto 2003

Oggi l’addio al sindaco Longhi

Le esequie sono state celebrate oggi pomeriggio alle 16 nella parrocchiale di Santa Maria Assunta. Presenti in chiesa il prefetto di Bergamo Cono Federico, il Presidente della Provincia Valerio Bettoni, una quarantina di sindaci del territorio e 24 gonfaloni dei vari paesi della Bergamasca.

Sia il prefetto che il presidente del Consiglio comunale di Romano Emilio Tognoli hanno ricordato la lunga carriera di Longhi e il suo amore verso Romano, dove oggi si è celebrata una giornata di lutto cittadino, dalle 15 alle 18.

UNA LUNGA CARRIERA POLITICA:

Conosciuto e stimato in tutta la provincia per la sua lunga attività amministrativa, Longhi è stato un «sindaco record»: eletto nel 1975, da 28 anni ininterrotti ricopriva la carica di primo cittadino di Romano, comune di circa 18 mila abitanti. Negli ultimi due mandati era stato eletto nella lista «Popolari per Longhi».

Insegnante ora in pensione, Giuseppe Longhi era sposato e padre di una figlia. La sua carriera politica era cominciata fin da giovanissimo come militante nelle file della Democrazia Cristiana. Nel 1964, a 24 anni, fu eletto consigliere comunale di Romano, nel 1970 diventò assessore alla pubblica istruzione e infine nel 1975 fu eletto sindaco.

Già vice segretario della DC per la provincia di Bergamo, è stato anche membro del Consiglio nazionale del partito. Eletto per la prima volta Consigliere Provinciale nel 1990, nel 1995 e nel 1999 è riconfermato nella lista del Partito popolare. Attualmente Giuseppe Longhi faceva parte della direzione provinciale della Margherita.

(27/08/2003)

utente 1

© riproduzione riservata

Tags