Martedì 10 Gennaio 2006

Parco del Morla: si pensa alla pista ciclabile

I comuni di Zanica, Comun Nuovo e Levate hanno firmato una nuova convenzione per valorizzare il Parco agricolo del torrente Morla. Per garantirne la piena fruibilità, è prevista la creazione di piste ciclo-pedonali, in parte realizzate utilizzando i sentieri esistenti e in parte creandone ex novo. La prima realizzazione sarà una pista ciclabile, finora solo parzialmente realizzata, che collegherà i tre centri abitati e che sarà l’asse portante da cui poi si snoderanno gli altri sentieri che porteranno a raggiungere cascine, chiesette, e altri punti significativi del parco. Sui tragitti ciclopedonali saranno successivamente posizionati dei cartelli descrittivi con indicazioni storiche, sulla flora e sulla fauna. Il lungo iter che ha portato alla realizzazione del Parco è iniziato sul finire degli anni Novanta, quando un gruppo di cittadini propose di istituire un «Plis» (parco locale di interesse sovracomunale) per tutelare e salvaguardare il territorio in un contesto agricolo. Il parco, riconosciuto nel 2004 dalla Provincia che lo ha parzialmente finanziato, attualmente si estende per oltre 1.400 ettari, 900 dei quali ricadono sul comune di Zanica (Comune capofila) per un totale di 15 mila abitanti, e divenendo per la sua ubicazione, un anello di congiunzione con gli altri parchi della nostra provincia, come quello del Serio e quello del Brembo.

Nell’attesa che i tre Consigli comunali ratifichino la convenzione sono già stati finanziati i primi interventi necessari: il 2006 vedrà la distribuzione di materiale informativo ai cittadini, la realizzazione e la posa dei cartelli perimetrali del parco agricolo, l’organizzazione di un ciclo di incontri rivolto agli agricoltori per informarli e coinvolgerli attivamente nella gestione e la creazione di un sito Internet (www.plisdelmorla.it).

(10/01/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags