Part-time, colpita da un’aneurisma i colleghi le «regalano» 2000 ore

Part-time, colpita da un’aneurisma
i colleghi le «regalano» 2000 ore

È successo nel vicentino. La donna aveva esaurito il periodo di malattia retribuita, ferie e permessi.

Colpita da un aneurisma, una dipendente di una azienda vicentina, con contratto part-time, ha esaurito i mesi di malattia retribuiti e i giorni di ferie e i colleghi hanno deciso di unire le forze e donarle un giorno di ferie ciascuno e il «regalo» si è trasformato in oltre 2.000 ore di congedo retribuito. È quanto accaduto all’interno della Unicomm a Dueville e la storia ha avuto inizio nel giugno dello scorso anno quando la dipendente, in servizio all’ufficio acquisti, era stata colta da malore in seguito ad un aneurisma cerebrale.

Da lì, dopo un delicato intervento chirurgico, il via a un lungo processo di riabilitazione - come riporta Il Giornale di Vicenza - ma anche lo scadere a dicembre del periodo di assenza retribuita a cui l’azienda ha agganciato i periodi di ferie e di permesso. Alla dipendente, esaurite le varie possibilità di assenza dal lavoro, non restava che chiedere una aspettativa per malattia, senza di fatto retribuzione, e a quel punto sono è intervenuto il gesto di solidarietà dei colleghi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA