Sabato 22 Marzo 2008

Pasqua variabile, lunedì con il sole
E con il freddo si scia in montagna

Variabile. È la caratteristica principale, insieme al freddo, del clima previsto per la giornata di Pasqua, mentre per il Lunedì dell’Angelo, la Pasquetta destinata tradizionalmente alle gite fuori porta, ci si può aspettare un cielo in prevalenza soleggiato. Così, almeno, dicono gli esperti, che spiegano come ci troviamo in una vasta zona di basse pressioni atmosferiche, con valori minimi inusuali anche per il primo mese della primavera. Il freddo, intanto, propizia le discese sulla neve nelle stazionisciistiche: le basse temperature mantengono compatto il manto sulle piste.Proprio il gran freddo polare arrivato in quota e presente appena sopra le nostre teste è la vera minaccia latente alla stabilità del cielo. Come d’estate (anche se adesso ci sono almeno 20 gradi in meno) ci sono tutte le condizioni atmosferiche per creare rapidi contrasti, e l’instabilità maggiore sembra concentrarsi proprio per la giornata di Pasqua, con schiarite temporanee alternate a brevi rovesci, e la neve piuttosto bassa e possibile persino sui colli attorno a Bergamo.
Per la felicità degli affezionati al «fuori porta» e al barbecue di Pasquetta il Lunedì dell’Angelo sembra presentarsi decisamente migliore, con vento da Nord-Ovest, sempre freddo, ma con cielo in prevalenza soleggiato.

(22/03/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags