Lunedì 03 Gennaio 2005

Per i ragazzi e i disabili visite sportive ancora gratuite

Anche quest’anno le visite medico-sportive per i giovani fino ai 18 anni e per i portatori di handicap non si dovranno pagare. Lo ha deciso la Giunta regionale, che prosegue così la sua «politica a favore dello sport». L’obiettivo è di garantire, senza alcuna spesa, a ragazzi e disabili le visite di idoneità alla pratica sportiva, prestazioni sanitarie che invece sono escluse dallo Stato, il che comporterebbe il pagamento del ticket sanitario. Invece le visite medico-sportive in Lombardia per queste due categorie sono gratuite, come accade dal 2001.

«La nostra attenzione - ha detto l’assessore alla Sanità, Carlo Borsani - è concentrata sullo sport, non solo per la sua valenza educativa e ricreativa, ma anche nell’ottica della prevenzione e come strumento di miglioramento psico-fisico».

Le strutture pubbliche e private accreditate che eseguono sul territorio regionale le certificazioni medico-sportive per l’attività sportiva agonistica sono 100. Nel 2003 in Lombardia sono stati rilasciati 221.497 certificati di cui 138.272 ad atleti minorenni.

(03/01/2005)

r.clemente

© riproduzione riservata

Tags