Venerdì 29 Dicembre 2006

Piazzolo, 90 abitanti, è il Comunepiù piccolo della Bergamasca

Piazzolo, 90 abitanti, è il Comune più piccolo della Bergamasca. È il risultato di fine anno, quando anche le anagrafi dei Comuni tirano le somme: nati, morti, immigrati ed emigrati. A Piazzolo nel 2006 ci sono stati un nato (Silvia, a febbraio) e un morto, nessun immigrato e nessun emigrato: la popolazione è rimasta come quella di fine 2005. Gli altri due Comuni «rivali», Blello e Brumano sono invece cresciuti assestandosi rispettivamente a 93 e 97 abitanti e superando Piazzolo.Blello, che lo scorso anno aveva 90 abitanti, gli stessi di Piazzolo, oggi ne conta 93 grazie a un saldo positivo delle immigrazioni, mentre Brumano, per anni il «microcosmo» per antonomasia della Bergamasca, ha risalito positivamente la china, raggiungendo quota 97. A Piazzolo vivono 45 famiglie, pressappoco quelle di un condominio di città. E chi resta quassù, a 700 metri di altitudine e a 47 chilometri da Bergamo, o chi decide di venire a vivere, si dice contento. C’è un negozio che fa anche da fruttivendolo ed edicola, un albergo-ristorante, lo scuolabus, per i bambini dall’asilo alla scuola media, è completamente gratuito, c’è una sala parrocchiale per i giovani e le iniziative e le associazioni non mancano. Il problema dello spopolamento, tuttavia, esiste: Piazzolo nel 1971 contava 172 abitanti, quasi il doppio di oggi; scesero a 111 nel 1991 e a cento nel 2000. «Diamo un contributo di circa 500 euro alle famiglie con bambini da uno a tre anni – dice il sindaco Ernestina Molinari (nella foto a lato), 36 anni, impiegata a Piazza Brembana, da due anni e mezzo alla guida dell’Amministrazione cercando di ridare sviluppo al piccolo paese – e paghiamo lo scuolabus per tutti i ragazzi che frequentano fino alla scuola media. Ci siamo sforzati di mantenere in paese l’unico negozio, pagando l’affitto al gestore. Ma questo probabilmente non basta. Alla base di tutto c’è il lavoro, per molti troppo lontano da casa. E così se ne vanno vicino alla città».E il futuro? Il futuro è rappresentato da qualche giovane, tre ragazzi delle medie, tre delle elementari, un bambino all’asilo e altri due un po’ più piccoli. L’infanzia di Piazzolo è tutta qua. Loro vanno a scuola a Olmo al Brembo e seguono la catechesi coi ragazzi di Piazzatorre e Mezzoldo.(29/12/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata