Domenica 21 Dicembre 2008

Pienone a Foppolo, pronta la nuova seggiovia

Ha aperto al pubblico con il bel tempo e una grande affluenza la nuova seggiovia della Bremboski che serve una pista tutta rinnovata e permette il pieno collegamento tra Foppolo e Carona, mettendo così a disposizione degli appassionati un vasto comprensorio, tutto sci ai piedi.Per Bremboski si tratta di un momento importante: l’avvio della nuova seggiovia, infatti, segna i progetti di rilancio del comprensorio brembano, dopo alcuni anni di difficoltà. Il nuovo impianto parte dalla Conca della Val Carisole, vicino al rifugio Giretta e raggiunge la cima del Valgussera. La pista di discesa, in buona parte nuova, riporta in Val Carisole, verso le piste di Carona e permette inoltre di collegarsi alle varianti che riportano a Foppolo, verso il Montebello e la Quarta Baita. In tutto il comprensorio sono stati inoltre rinnovati i tracciati, ampliati e resi più adatti ai collegamenti. Inoltre mercoledì 24 dicembre riapre anche la nuova sciovia della Santella del Monte Avaro di Cusio chiuso da anni. Si ricompone così la vecchia mappa del grande comprensorio sciistico brembano, forte di ben otto centri dello sci alpino: Valtorta Pianiu di Bobbio, Cusio, Piazzatorre, Comprensorio di Bremboski con San Simone di Valleve, Foppolo e Valcarisole di Carona, Colle di Zambla e Conca dell’Alben di Oltre il Colle. La piccola stazione di Cusio è in un’ampia conca situata a 1700 metri. Di sci alpino all’Avaro si cominciò a parlare nel 1969 con la costruzione di un albergo rifugio denominato Monte Avaro e di due sciovie, la Laghetto e la Santella. Gli impianti furono attivi fino al 1975, poi due interruzioni dell’attività, l’ultima del 2001. Ora si è ripristinata con un impianto nuovo la sciovia Santella primo passo di un programma nel quale è prevista la riattivazione anche della Sciovia Laghetto. (23/12/2008)

a.campoleoni

© riproduzione riservata