Martedì 08 Luglio 2008

Pignolo e San Tomaso senza auto
I prezzi delle abitazioni volano

Calano le auto, e la casa acquista valore. L’istituzione delle Zone a traffico limitato in alcuni borghi storici cittadini ha avuto conseguenze pressochè immediate sul mercato immobiliare. In via Pignolo alta e in via San Tomaso, dove i provvedimenti di contenimento del traffico sono di recentissima introduzione, il singolo metro quadro ha visto il suo valore fare un balzo verso l’alto del 10% circa. E questo fa notizia, in un settore, quello della vendita delle case, sostanzialmente stagnante, affaticato dall’inflazione galoppante e dalla crisi dei mutui, che induce anche gli aspiranti acquirenti a una prudente attesa di tempi migliori. Le quotazioni riferite al 2008 valutano un appartamento interamente restaurato in via Pignolo alta dai cinquemila ai seimila euro al metro quadro. La commissione di rilevazione dei prezzi degli alloggi per la pubblicazione Case e terreni, in queste settimane già al lavoro per la stesura dell’edizione 2009, ha però registrato, dopo l’introduzione della Ztl, un ulteriore aumento. I vantaggi della riduzione delle auto non riguardano solo via Pignolo: lo stesso ragionamento si può allargare alle altre Ztl di recente istituzione, per esempio quella di via Sant’Alessandro e limitrofe. Un elemento di criticità nelle Ztl di recente istituzione è invece dato dalla carenza di posti auto, persino per i resident. Previsioni simili si possono applicare alla Ztl di prossima istituzione in Borgo San Leonardo. Oggi i prezzi nel borgo non sono probitivi: nella parte alta di via Moroni per una casa nuova o ristrutturata si spendono tra i 2.500 e i 2.800 euro al metro quadro, mentre in via San Bernardino la media è attorno ai tremila. E IL TRAM DELLE VALLI TRAINA PRADALUNGALa prospettiva di arrivare in città senza togliere l’auto dal garage, servendosi di un mezzo che promette di essere veloce, silenzioso e poco inquinante, esercita un certo fascino sui bergamaschi in cerca di domicilio. Così, secondo gli esperti, tra i vari benefici portati dalla nuova tramvia delle valli ce ne sarà anche uno tutto edilizio. I comuni attraversati dal tram, grazie a questo nuovo ed efficiente collegamento, potranno essere considerati quasi alla stregua di quartieri di Bergamo, senza però perdere i vantaggi dell’aria buona della bassa vall: i prezzi degli immobili da quelle parti saliranno in maniera sensibile, e nel giro di un paio d’anni saranno paragonabili a quelli cittadini. Torre Boldone, Ranica, Alzano, Nembro, Pradalunga e Albino, tutti disposti lungo il tracciato del tram, sembrano dunque destinati a subire un incremento della domanda abitativa e una rivalutazione dei costi delle case di proprietà. Particolarmente interessante la situazione di Pradalunga. Qui le quotazioni per una casa nuova oscillano tra i 1.600 e i 1.800 euro al metro quadro, ma per un immobile di età compresa tra i tre e i quindici anni si scende anche sotto la soglia dei 1.500 euro al metro. Numeri destinati a cambiare drasticamente di qui a un anno, o poco più. Qualcosa di simile, anche se non a questi livelli, potrebbe accadere nei quartieri cittadini attraversati dai binari: le fermate sono previste in via Borgo Palazzo, in via San Fermo, in via Bianzana, a Redona, in via Negrisoli e alla Martinella, comparti dove oggi i costi del mattone vanno dai 2.200 ai 2.800 euro al metro quadrato. (08/07/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata