Pista ciclabile innovativa Italcementi a Calusco d’Adda

Pista ciclabile innovativa
Italcementi a Calusco d’Adda

Domenica il Lombardia, mentre sabato 4 ottobre è stata inaugurata la nuova pista ciclabile realizzata da Italcementi per il Comune di Calusco d’Adda, dal forte contenuto innovativo e soprattutto sostenibile.

Numerose autorità presenti al taglio del nastro, tra cui il direttore della cementeria Giovanni Bottinelli, il sindaco Roberto Colleoni, il Presidente del Team MTB i.idro DRAIN-Bianchi Felice Gimondi e Giovanni Bettineschi, a capo di Promoeventi Sport.

Lunga circa settecento metri, la pista ciclabile rientra all’interno di un accordo tra l’amministrazione comunale di Calusco d’Adda e Italcementi, che ha nel territorio comunale un proprio insediamento. Questo nuovo tratto si aggiunge a quello aperto lo scorso anno e va così a completare il percorso che collega via dei Pioppi con l’antico Borgo di Vanzone.

Il completamento della pista ciclabile si inserisce in un più ampio contesto di interventi a favore della comunità locale e del territorio in cui Italcementi opera e assume un significato particolare nell’anno in cui la società festeggia il 150° anniversario.

La pista infatti è stata realizzata utilizzando i.idro DRAIN, la soluzione drenante messo a punto da Italcementi, in grado di restituire in modo naturale la pioggia al terreno, senza interrompere il ciclo naturale dell’acqua. Un materiale ideale per le piste ciclabili.

«L’inaugurazione della pista ciclabile avviene, non a caso, il giorno prima del Lombardia, perché in fondo questa iniziativa unisce idealmente la massima espressione del ciclismo professionistico con la mobilità quotidiana dei cittadini» ha commentato Giovanni Bettineschi di Promoeventi Sport, responsabile del comitato locale per l’arrivo nel cuore di Bergamo.

E tra i più grandi campioni del ciclismo italiano, la presenza di Felice Gimondi ha qualificato ancor di più l’evento di Calusco d’Adda. «Vedere crescere il numero di piste ciclabili è senz’altro un motivo di soddisfazione per chi, come me, ama le due ruote e lo sport all’aria aperta - ha detto il campione Felice Gimondi -. L’anno scorso ho avuto il piacere di inaugurare il primo tratto e oggi il taglio di questo nastro significa che ci sono ancora persone, amministrazioni e aziende che mantengono gli impegni presi e collaborano al fine di migliorare l’ambiente in cui viviamo».

All’evento hanno fatto da contorno numerosi giovani ciclisti attirati dalla presenza oltre di Gimondi, anche da altri ex professionisti su strada come Ivan Gotti e Paolo Lanfranchi, che da molti anni collaborano con Promoeventi Sport, associazione nata per la promozione del territorio orobico attraverso l’organizzazione e la promozione di manifestazioni sportive.

L’edizione 108 de Il Lombardia scatterà domani da Como alle 10:25 e l’arrivo del vincitore sul Sentierone di Bergamo (dopo 254 chilometri di gara) è previsto tra le 16,45 e le 17,15, ma un primo passaggio nel comune bergamasco i corridori lo faranno fra le 13,30 e le 13,50 lungo la via Borgo Palazzo. Da qui affronteranno le ultime salite come il Colle dei Pasta, il Colle Gallo, Ganda, Berbenno e, l’ultima ascesa in Città Alta, prima di fiondarsi sul traguardo nel cuore di Bergamo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA