Giovedì 06 Novembre 2008

Più grande e luminosacon un cubo di vetro colorato
Ecco la nuova Accademia Carrara

Partiranno nelle prossime settimane i lavori di ristrutturazione e messa a norma dell’edificio ottocentesco chiuso al pubblico dalla scorsa estate. L’intervento – illustrato giovedì 6 novembre dal progettista e direttore dei lavori Luca Moretto nel corso di un sopralluogo organizzato da Palafrizzoni - promette di restituire ai cittadini tra circa due anni una pinacoteca rinnovata, ampliata e più luminosa. «Gli spazi della barchessa laterale sinistra (circa 200 metri quadrati), un tempo adibiti a casa del custode – spiega Moretto - saranno recuperati e destinati ad ospitare collezioni minori». Il progetto – per la realizzazione del quale il Comune ha stanziato circa 5 milioni di euro – prevede inoltre nuove vetrate, tra cui una grande apertura sul bellissimo parco oggi completamente nascosto ed anche su Sant’Agostino così che Città Alta stessa diventi opera da esporre. Ai piedi dell’edificio, a nord, verso il giardino, sarà realizzata una grande centrale tecnologica ipogea sotterranea. Inoltre, in corrispondenza del salone centrale al secondo piano troverà spazio un «cubo» di vetro colorato pensato per proiettare il visitatore verso il giardino come nuovo spazio ritrovato. Per la «nuova» Accademia Carrara verrà quindi ripensato anche il percorso interno e per decidere la nuova esposizione delle opere – in tutto circa 1.800, parte delle quali attualmente in mostra al Palazzo della Ragione, a Losanna e conservate in un caveau – si aprirà un dibattito.(06/11/2008)

fa.tinaglia

© riproduzione riservata