Lunedì 13 Marzo 2006

Precipita in un canalone sulla GrignaMuore cinquantaseienne di Calolzio

Tragedia sulla Grigna: un cinquantaseienne di Calolziocorte è morto dopo essere precipitato per 350 metri nella zona della vetta della Grigna meridionale (quota 2184 metri). L’uomo, partito all’alba con un compagno che ha poi lanciato l’allarme ridiscendendo ai Piani Resinelli, è scivolato forse per aver messo il piede su un cumulo di neve. Scivolando a valle ha picchiato violentemente la testa contro una roccia ed è morto. I due escursionisti volevano affrontare la traversata alta per arrivare sulla cima della Grigna settentrionale (quota 2409 metri) ma arrivati al canalino Federazione, avevano deciso di tornare indietro a causa della neve sollevata dal forte vento, che rendeva molto pericolosa la situazione. Improvvisamente, forse perché ha messo il piede su un cumulo di neve, il cinquantaseienne ha perso l’equilibrio, precipitando per 350 metri nel canalone Porta. Dopo l’allarme, sul posto si è recato elicottero del Soccorso alpino. Le operazioni sono state ostacolate dal vento, ma un soccorritore è riuscito a scendere con un verricello fino alla vittima. Constatata la morte dell’alpinista e ottenuta l’ autorizzazione dal magistrato, la salma è stata trasportata a valle con l’elisoccorso.(13/03/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags