Mercoledì 25 Giugno 2003

Preoccupa il livello del lago D’Iseo Fino al 15 luglio non sono previste piogge

In attesa delle precipitazioni, sale la preoccupazione per il livello del lago d’Iseo. Continua la costante osservazione da parte del Consorzio dell’Oglio con sede a Brescia, sull’abbassamento di livello delle acque del Sebino.

Sul bacino lacustre non è ancora scattato l’allarme, ma prima del 15 luglio non sono previste precipitazioni in grado di allontanare l’emergenza e Massimo Buizza, direttore del Consorzio, ha confermato che il livello del lago è un metro inferiore rispetto alle medie stagionali.

Per quanto riguarda le utenze (gli agricoltori e i proprietari terrieri della bassa) il consorzio ha provveduto a ridurre del 20% la distribuzione dell’acqua. Un provvedimento che per il momento dovrebbe risultare sostenibile, evitando contraccolpi all’agricoltura per le tre province coinvolte: bassa bergamasca, bresciana e alcune zone del cremonese.

Nel frattempo anche le condizioni del lago d’Iseo nei paesi della rivierasca non sono gradevoli. Le alghe stagnanti sulle coste e un livello delle acque poco invitante, non favoriscono l’immagine turistica in una stagione già ampiamente iniziata.

Una situazione davvero diversa rispetto a quella dell’estate 2001, quando le temperature superarono i 35 gradi e una cappa di calura si abbassò sulla rivierasca attirando un gran numero di turisti.

(25/06/03)

r.rustico

© riproduzione riservata

Tags