Presepi, statue nel mirino dei ladri Furti a Villa d’Adda e Palazzago

Presepi, statue nel mirino dei ladri
Furti a Villa d’Adda e Palazzago

Altri vandalismi ai danni dei presepi nella Bergamasca. A Villa d’Adda, dopo il furto di tre statue (due pastori e Gesù Bambino), tutto l’allestimento è stato smontato. Rubata anche la statua di Gesù Bambino a Gromlongo di Palazzago.

A Villa d’Adda i soliti ignoti hanno rubato le statue del presepio che da 30 anni viene realizzato dal pensionato Giacomo Biffi, in collaborazione con diversi volontari, davanti alla piccola chiesa di San Martirio. Lui, deluso e amareggiato, sabato ha smontato il presepio e ha messo un cartello con la scritta «Grazie a voi il presepio è vuoto ma per gli asini c’è sempre posto».

Il furto a Gromlongo (nella foto) è stato segnalato sui social network dal parroco don Lorenzo Micheli, che ha annunciato alla comunità la sparizione della statua del Bambino Gesù dal presepe a grandezza naturale allestito, come da tradizione, sul sagrato della chiesa dei Santi Rocco e Sabastiano. Probabilmente il furto è avvenuto nella notte tra domenica 28 e lunedì 29 dicembre. Don Lorenzo, rientrato ieri per una celebrazione funebre dopo qualche giorno trascorso a Mezzoldo, insieme al gruppo degli adolescenti, ha fatto la triste scoperta.


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 30 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA