Mercoledì 17 Dicembre 2008

Prostitute violentate e derubate:denunciato un 32enne di Fara d’Adda

Un operaio 32enne di origini siciliane, ma residente a Fara d’Adda è stato denunciato a piede libero dagli agenti della Questura di Bergamo per furto aggravato, violenza sessuale e detenzione illegale di armi da taglio. L’uomo è accusato di aver messo a segno 3 furti e di aver abusato sessualmente di tre donne, che si prostituivano a Bergamo.Secondo la ricostruzione degli inquirenti, il 32enne contattava le donne i cui recapiti telefonici venivano pubblicati da una rivista. Quindi si presentava all’appuntamento negli appartamenti delle stesse e - dopo aversi qualificato come appartenente alle forze dell’ordine - rubava soldi, cellulare o pretendeva prestazioni sessuali. Questi gli episodi contestati all’operaio. Il 1° ottobre avrebbe sottratto denaro a una donna dell’Equador in via Moroni; il 23 ottobre avrebbe rubato un cellulare a una italiana di 22 abitante in via San Narno, infine a metà dicembre il terzo colpo ai danni di una domenicana in Piazza Pontida, costretta ad avere anche un rapporto sessuale. L’uomo è stato identificato grazie alle intercettazioni sul cellulare e la denuncia gli è stata notificata a domicilio. Nell’auto - perquisita dagli agenti - è stata trovata anche un’arma da taglio.(17/12/2008)

e.roncalli

© riproduzione riservata