Lunedì 22 Settembre 2008

Protesta a Bergamodei dipendenti del pubblico impiego

Anche a Bergamo, nell’ambito delle mobilitazioni a livello nazionale del settore del pubblico impiego, è stato organizzato un presidio dei lavoratori dipendenti dei ministeri e delle Agenzie fiscali. La protesta unitaria è stata organizzata da Fp-Cgil, Fp-Cisl e Uilpa-Uil per due ore, dalle 11.30 alle 13.30 in via Tasso, davanti alla sede della Prefettura di Bergamo. È anche previsto un incontro tra sindacati e un rappresentante della Prefettura.In bergamasca sono circa 1.200 i dipendenti di ministeri e Agenzie fiscali: tra i primi si contano i lavoratori dei tribunali (dipendenti del ministero della Giustizia), quelli di Prefettura e Questura (dipendenti del ministero dell’Interno), quelli dell’ex Direzione provinciale del Tesoro e della Direzione provinciale del Lavoro (rispettivamente dipendenti del ministero dell’Economia e delle Finanze e di quello del Lavoro). Per quanto riguarda le Agenzie, si tratta dei lavoratori dell’Agenzia delle dogane, di quella delle Entrate e dell’Agenzia del territorio.La mobilitazione, che per tutti i dipendenti del pubblico impiego culminerà a Roma con l’attivo unitario dei delegati sindacali il prossimo 17 ottobre, è stata proclamata contro la legge n. 133/2008 (ex decreto Brunetta) e per rivendicare il rinnovo del contratto nazionale.(22/09/2008)

r.clemente

© riproduzione riservata