Martedì 02 Marzo 2004

Quarta corsia: 30 cantieri in due anni sulla A4

Il cantiere della quarta corsia dell’A4 si annuncia complesso e delicato. L’obiettivo del Pirellone e di Autostrade spa è aprire i cantieri prima dell’estate. I lavori dureranno 24 mesi, e allo scadere dei primi 12 il tratto da Milano est a Trezzo sull’Adda potrebbe già essere percorribile. Intanto il piano tariffario di Autostrade spa, che prevede rincari dei pedaggi del 2,26 per cento dal 1° luglio 2004, è stato approvato dal Parlamento.

Quasi contemporaneamente è arrivato il via libera del Consiglio superiore dei lavori pubblici sul progetto d’ampliamento della quarta corsia, anche se il giudizio è stato negativo sull’assenza della banchina d’emergenza sotto l’autogrill Brembo, a Dalmine. A questo punto è però probabile che la struttura venga demolita.

Verranno aperti contemporaneamente 30 cantieri e questo dà la dimensione dell’opera e dei relativi problemi. Perché c’è l’ampliamento vero e proprio che sarà realizzato con una sorta di cantiere mobile lungo un chilometro che avanzerà da Milano est verso Bergamo su entrambe le carreggiate, anche se non necessariamente in parallelo. In pratica l’attuale corsia d’emergenza diventerà la quarta corsia e la nuova banchina di sosta sarà aggiunta ex novo all’esterno.

Il pezzo forte del lavoro riguarda i due ponti su Adda e Brembo. In entrambi i casi verranno costruiti due nuovi manufatti che andranno ad affiancarsi a quelli esistenti. Nel caso di quello sull’Adda sarà realizzato un nuovo ponte in acciaio a sud di quelli attuali. Il traffico direzione Bergamo sarà deviato sulla nuova struttura, mentre quello per Milano sull’attuale corsia da Bergamo. Analogamente si procederà per il ponte sul Brembo. Nell’occasione si raddoppierà anche il ponte della ferrovia per Treviglio, che l’A4 sottopassa poco prima di arrivare a Bergamo. Costo dell’intervento 330 milioni di euro a carico di Autostrade spa.

(02/03/2004)

e.roncalli

© riproduzione riservata

Tags