Venerdì 02 Dicembre 2005

Raffica di furti nella Bergamasca

Raffica di furti nella Bergamasca. Ladri notturni sono entrati in azione a Verdellino e hanno preso di mira il bar «Tempo Perso» di via Marconi, «ripulendo» quattro slot machine. I malviventi hanno forzato una porta finestra del retro del locale, probabilmente con un piede di porco usato poi anche per piegare gli sportelli delle slot machine dalle quali, complessivamente, sono scomparsi circa 2 mila euro. Sempre al «Tempo Perso», nel settembre scorso, un altro colpo simile aveva fruttato circa 6 mila euro.

Forse gli stessi malviventi di Verdellino hanno agito anche a Osio Sotto, ai danni dell’azienda Lena Srl di via Ciserano 20, ad Osio Sotto. Gli infissi di una porta laterale degli uffici amministrativi sono stati piegati e i ladri hanno fatto il pieno di materiale informatico: un computer da tavolo, un portatile, una macchina digitale e 4 strumenti di misura e di rilevazione professionali utilizzati dai tecnici dell’azienda durante alcuni lavori. Complessivamente il bottino del furto è stato stimato in 11 mila euro. Il colpo è stato messo a segno alle 3.52, ora in cui è scattato l’allarme dell’azienda. Cinque minuti sono bastati ai ladri per trafugare il materiale e darsi alla fuga.

A Torre Boldone i ladri hanno invece colpito al bar «Scacco Matto», in via Piemonte 9. Bottino: 750 euro in contanti I malviventi avrebbero forzato con un piede di porco la saracinesca del locale, poi sono entrati scassinando la serratura della porta principale. Nel bar hanno preso di mira un videogioco elettronico e una macchinetta cambia monete, forzandole ed impossessandosi del denaro contenuto nei due serbatoi. Il bar «Scacco Matto» è aperto da due anni: lo scorso luglio era già stato visitato dai ladri.

Un computer portatile e cento euro in monete dal registratore di cassa è il bottino del furto subito dal «Bar Boomerang» di Bariano, in via Locatelli, la strada chiusa al traffico per i lavori del sottopassaggio ferroviario. Due ladri hanno agito alle 3, 30 come afferma un testimone che li ha visti scappare. Hanno sfondato il vetro di una finestra del bar, trascinato un pesante videogiochi dentro il locale per poi scaraventarlo sotto il porticato esterno, senza però riuscire a prendere i soldi.

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags