Martedì 19 Aprile 2005

Rapina a Levate, attimi di terrore in banca Bandito ferisce impiegato col taglierino

Grande paura alla Banca di credito cooperativo di Levate, in via Savio, presa di mira da rapinatori con un taglierino, che hanno anche ferito un impiegato. Fortunatamente la ferita è stata lieve e l’uomo è stato medicato sul posto, senza dover andare in ospedale. La grande agitazione di uno dei rapinatori, però, ha fatto spaventare molto i presenti e temere il peggio.La rapina è avvenuta verso le 15. Tre persone si sono avvicinate alla banca a bordo di una Fiat Uno, risultata poi rubata. Mentre un complice rimaneva alla guida dell’auto, due sono entrati, a volto scoperto, negli uffici della banca, dove uno di loro, un uomo alto e particolarmente agitato, secondo i testimoni, ha puntato un taglierino alla gola di un impiegato, ferendolo leggermente e facendolo sanguinare.

Il rapinatore, gridando minacce a più riprese, ha fatto spostare l’impiegato, un altro cassiere e i due clienti presenti al momento negli uffici in un angolo della banca. Nel frattempo il complice, più tranquillo secondo i testimoni, ha scavalcato il bancone e ha arraffato il denaro delle casse. Poi si è diretto dal direttore, in un locale attiguo al salone principale e lo ha minacciato per farsi aprire una cassaforte, risultata però vuota. A questo punto i banditi sono fuggiti, risalendo sull’auto in attesa fuori dalla banca e abbandonata poi poco lontano, in un parcheggio.

Finito l’incubo, sono stati chiamati i soccorsi e sul posto sono intervenuti i carabinieri di Osio Sotto e poi la squadra mobile di Bergamo, che coordina le indagini. La stessa banca era già stata rapinata il 27 gennaio scorso.

(19/04/2005)

acampoleoni

© riproduzione riservata

Tags