Recuperati due Van Gogh rubati Erano in mano alla camorra

Recuperati due Van Gogh rubati
Erano in mano alla camorra

I due dipinti furono rubati nel 2002 al Van Gogh Museuum di Amsterdam insieme ad altri capolavori.

Due quadri di Van Gogh rubati, del valore stimato in 100 milioni di dollari, sono stati recuperati a Castellammare di Stabia (Napoli) dalla Guardia di Finanza, nell’ambito di un sequestro per diverse decine di milioni di euro nei confronti del clan camorristico Amato-Pagano. I due dipinti furono rubati nel 2002 al Van Gogh Museuum di Amsterdam insieme ad altri capolavori e sono stati scoperti grazie alle dichiarazioni di un indagato. Alcuni componenti della banda ritenuta responsabile del furto furono arrestati, ma la refurtiva non era stata recuperata.

I due dipinti trafugati sono «La chiesa riformata di Nuenen» (1884) e «Vista della spiaggia di Scheveningen» (1882). Le tele appartengono al primo periodo «olandese» di Van Gogh e sono ritenute di valore inestimabile. Rientravano tra le opere d’arte più ricercate al mondo, inserite dall’Fbi tra le «Top ten art crimes».

«Una, quella della chiesa di Nuenen - ha spiegato a Napoli in conferenza stampa Axel Ruger, direttore del museo Van Gogh di Amsterdam - è unica nel suo genere ed ha un particolare valore simbolico - affettivo perché il pastore di quella chiesa era il papà di Van Gogh. La spiaggia di Scheveningen invece, viene ritratta in un altro dipinto custodito nel museo di New York.


© RIPRODUZIONE RISERVATA