Giovedì 23 Marzo 2006

Sacbo rinnova il sito internet dello scalo di Oriooperativo da domenica con l’orario estivo dei voli

Con l’attivazione dell’orario estivo dei voli, operativo da domenica 26 marzo, sarà on-line anche il nuovo sito dello scalo bergamasco di Orio al Serio (www.orioaeroporto.it): le sue caratteristiche sono state illustrate dal direttore commerciale Francesco Fassini e dal direttore generale della Sacbo, Paolo Morghen.Il restyling del sito è stato realizzato in collaborazione con ICTeam, società specializzata nella progettazione ed implementazione di soluzioni ICT e nella fornitura di servizi ad alto valore aggiunto. Oltre alla grafica rinnovata, alle pagine dedicate a informazioni in tempo reale sui voli e sul meteo, tra le caratteristiche innovative del sito (oggi conta 125 mila visitatori al mese), la novità più significativa riguarda l’accesso facilitato per i disabili. Proprio quest’ultimo punto è stato sottolineato dal direttore generale della società che gestisce lo scalo, Morghen: «Sono molto soddisfatto, il sito diviene in questo modo uno strumento semplice, utile e accessibile a ogni utente».Più in dettaglio, per i non vedenti, è stato preparato un sistema di navigazione verbale con una voce che scandisce le principali informazioni, e per gli ipovedenti sono disponibili tre distinti comandi di ampliamento delle pagine. Così Orio al Serio diventa uno tra i primi scali italiani ad essersi adeguato alle disposizioni ministeriali emenate nel 2005 in materia di accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici.Tra le altre caratteristiche del sito, disponibile in lingua italiana e inglese, la possibilità di prenotare direttamente il parcheggio negli spazi dello scalo, così come pernottamenti in alberghi bergamaschi (attraverso Turismo Bergamo) e internazionali con collegamenti ai siti multilingue di Octopus Travel e Laterooms.com. Saranno consultabili tra le pagine anche le mappe interattive delle destinazioni servite dalle compagnie che operano su Orio, informazioni sulle rilevazioni dell’inquinamento acustico (aggiornate mensilmente e rintracciabili nel settore «Sacbo»), note sui bagagli smarriti. La pagine, inoltre, sono consultabili da palmare o telefonino wap.«Aggiornare il sito è stato un intervento importante – ha concluso Fassini –, perché è questo uno strumento fondamentale per il futuro, è un motore di sviluppo per lo scalo».(23/03/2006)

g.francinetti

© riproduzione riservata

Tags