Mercoledì 08 Marzo 2006

San Pellegrino: riapre alle auto il centro storico

Venerdì 10 marzo, salvo imprevisti, riaprirà al traffico il centro storico di San Pellegrino (le vie Moro e San Carlo), chiuso dall’inizio di novembre 2005 per consentire la posa del collettore fognario (la rete che dovrà collegarsi al depuratore in costruzione a Zogno). In questi giorni si sta provvedendo all’asfaltatura e da venerdì le auto dovrebbero tornare a circolare. Per attraversare la cittadina, quindi, non sarà più necessario passare da viale Belotti.Intanto, da qualche giorno, sono stati aperti alcuni cantieri per migliorare la viabilità locale e i passaggi pedonali. L’impresa Ghisalberti di Zogno si è aggiudicata i lavori di rifacimento dei marciapiedi di via Partigiani, la strada che porta, tra l’altro, alla casa di riposo. Sarà rifatta la pavimentazione dei marciapiedi e del cordolo per circa 300 metri, sarà alzata la barriera di protezione sul Brembo e saranno posati nuovi punti luce. L’intervento dovrebbe concludersi entro un mese. Lavori di sistemazione anche al parco giochi in piazzale Dante, dove verrà allargata l’area giochi, con posa di nuova pavimentazione e di tappetini «antichoc» vicino ai giochi per una maggiore sicurezza dei bambini. Nuovi cantieri anche nelle frazioni: la «Edil Macar» di Dossena si è aggiudicata i lavori per l’allargamento della strada tra Alino e il borgo di Ca’ Boffelli. Saranno quindi sostituiti i punti luce in località Valcagna e Capsale a Spettino, a Santa Croce (lungo la strada principale), in via Ronco, a Balconcello, nella zona centrale vicino alla caserma dei Carabinieri, in via Sona e via San Carlo. Inoltre corpi illuminanti saranno posizionati in piazza Locatelli per illuminare il monumento ai Caduti e farne risaltare le qualità artistiche e architettoniche. Anche le fognature di Santa Croce avevano bisogno di un intervento: i lavori sono stati affidati alla ditta «Brozzoni» di Zogno che realizzerà il collettamento e un piccolo depuratore per la frazione. Sempre a Santa Croce sarà sistemata la valle del Bettero: l’impresa Regazzoni di Olmo interverrà per risanare le sponde con scogliere in pietrame e briglie trasversali e per rifare il fondo del fiumiciattolo in pietra. Le opere avranno un costo di 70 mila euro e si concluderanno in 60 giorni. Infine, a breve, saranno posizionati due nuovi cartelli di benvenuto a cura della «Sanpellegrino Spa». Il primo sostituirà il vecchio pannello con il nome del paese con uno nuovo a norma; il secondo sarà un cartello artistico per illustrare le caratteristiche della cittadina.(08/03/2006)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags