Sarà la bergamasca Despe
a demolire il ponte sul Po

Sono stati aggiudicati alla Despe di Torre de' Roveri, azienda leader a livello internazionale nel campo delle demolizioni, i lavori di abbattimento dell’impalcato del ponte sul fiume Po a Piacenza e del viadotto di accesso lato Lodi.

Sarà la bergamasca Despe a demolire il ponte sul Po

Sono stati aggiudicati alla Despe di Torre de' Roveri, azienda leader a livello internazionale nel campo delle demolizioni, i lavori di abbattimento dell’impalcato del ponte sul fiume Po a Piacenza e del viadotto di accesso lato Lodi.

L’avvio dei lavori, che avranno una durata di 90 giorni, è previsto per la prossima settimana, al termine delle operazioni di bonifica bellica, già in corso di esecuzione da parte della Ditta Gea di Napoli, specializzata in tali interventi.

L’impegno di spesa complessivo per i lavori di demolizione ammonta a circa 2 milioni di euro. La bonifica bellica da parte della Gea si sta eseguendo anche in funzione dei lavori di consolidamento delle fondazioni delle pile esistenti in alveo fiume, che saranno eseguiti dall’Impresa Else S.p.A. di Milano, già presente sul posto per precedente appalto.

Le lavorazioni inizieranno dopo circa 30 giorni dall’avvio delle attività di demolizione dell’impalcato del ponte e proseguiranno contestualmente a queste ultime. L’importo dei maggiori lavori ammonta a quasi 2 milioni e mezzo di euro.

Le operazioni di bonifica bellica da ordigni stanno proseguendo anche all’interno dell’area nella quale verrà installato il ponte provvisorio e, si concluderanno, salvo eventuali ritrovamenti, entro la prossima settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA