Lunedì 03 Settembre 2007

Schianto ad Albano, muore 22enne di Nembro

E’ morto questa mattina agli Ospedali Riuniti di Bergamo Matteo Maffeis, il ventiduenne di Albino coinvolto ieri in un drammatico scontro ad Albano. L’incidente si era verificato sulla statale 42, all’altezza dello svincolo per Pedrengo e Torre de’ Roveri. Dopo l’impatto fra due veicoli, il ragazzo era rimasto incastrato fra le lamiere contorte della sua auto, ed era stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco per liberarlo e affidarlo alle cure del 118. Poi la corsa in ospedale, dove Matteo Maffeis era arrivato in condizioni critiche ed era stato subito sottoposto a un delicato intervento chirurgico. Tre persone che viaggiavano sull’altra auto coinvolta nello scontro erano rimaste ferite in maniera meno grave: si tratta del conducente, P. B., 46 anni, di Melegnano (Milano), e dei due passeggeri, C. A., 15 anni, anche lui di Melegnano, e I. B., una ragazza sedicenne di Dresano (Milano). Secondo una prima ricostruzione, Matteo Maffeis si trovava alla guida della sua Fiat Tipo e stava percorrendo la strada statale 42 fra Seriate e Albano, in direzione di Lovere, quando, improvvisamente, all’altezza dello svincolo per Pedrengo e Torre de’ Roveri avrebbe invaso la corsia di marcia opposta. In quel momento, al volante di una Opel Zafira, sopraggiungeva il quarantaseienne di Melegnano, che viaggiava in compagnia dei due ragazzi di 15 e 16 anni. L’automobilista non è riuscito a evitare l’impatto con la Fiat Tipo, che è stato molto violento. Gli automobilisti sopraggiunti hanno chiamato i soccorsi e, poco dopo, sul posto c’erano ambulanze, squadre dei vigili del fuoco e pattuglie della polizia locale dei Colli, giunte dal vicino comando di Albano. Non è stato facile liberare i feriti dalle lamiere contorte delle loro auto. Le condizioni d Matteo Maffeis sono apparse subito critiche e, dopo le prime cure sul posto, il giovane era stato trasportato d’urgenza ai Riuniti, dove questa mattina è spirato. Le tre persone che si trovavano sulla Opel Zafira erano state invece trasportate all’ospedale Bolognini di Seriate.(03/09/2007)

e.roncalli

© riproduzione riservata